Ulivi

Ulivi come mani

piantate sulla terra,

rami che si aprono

ad accogliere fronde

del generoso frutto,

polposo ricco

prezioso per gli uomini.

Piccole foglie come

lance, verde tenue

argentate, colore della

gioia che m’infondete.

Voi ascoltaste la pena

del Dio fattosi uomo,

prima del Golgota.

Ulivo segno di pace,

di cui tanto si parla

poco se ne vive,

in un mondo agitato…

Frasche profumate,

modeste serene, ornano

la mia bella campagna

con umiltà secolare.

5 pensieri su “Ulivi”

  1. Una bella poesia, scritta sul difficile crinale del tema religioso del mondo d’oggi.
    Argomento questo, dov’è facile cadere nel banale.
    La tua lirica invece riesce ad essere profonda ed armoniosa allo stesso tempo.
    Molto brava EMA e tanti complimenti con 5 stelle.
    Un caro saluto. QS-TANZ.

  2. Bellissima. Sa di pace e dà pace.
    In un Mondo corrotto dal dio quattrino, arrogante e frenetico, la poesia in genere, porta a fermarsi, ad ascoltare e a vivere questa faticosa passeggiata che è unica e soprattutto, una soltanto, la nostra Vita. Brava.
    Sandra

  3. Bellissima, non ho parole per esprimere ciò che questa poesia ha scatenato dentro di me.
    Come dice Sandra in un mondo ove ciascuno pensa a sé; in un mondo dove il dio denaro impera. Viviamo nelle nostre belle case isolandoci dal mondo esterno, dove il vicino di casa non conta e là dove qualcuno può aver bisogno di noi ma non ce ne interessiamo.

  4. Immagine toscana dolce e serena attraverso un albero-simbolo che è anche il suggerimento del sacro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *