Ritratto d’autunno

È l’alba:

Il mondo a poco a poco si sta svegliando.

I frutti sono già maturi nei castagneti,

una timida pioggia l’erba sta bagnando

e i contadini già lavorano ai vigneti.

Le spiagge soleggiate e l’azzurro mare

sono un dolce ricordo sempre più lontano,

mentre gli uccelli nei caldi nidi si vanno a riparare

e i vivi colori dell’estate si affievoliscono pian piano.

Anche dopo la pioggia, ghirigori di nubi nere

continuano a imbrattare il cielo nascondendo il sole,

foglie ingiallite cominciano a cadere

e a breve, cominceranno a emigrar anche le allodole.

Questo è l’autunno:

elegante, dal volto malinconico e un po’ ombroso,

ma che quando ci si mette, sa essere anche accattivante e bello;

Da sempre, del nostro amore verso l’estate è un po’ geloso,

per questo, all’improvviso, si diverte a farci prendere l’ombrello.

6 pensieri su “Ritratto d’autunno”

  1. L’autunno: una stagione a metà che oscilla tra un’estate che non vuol finire e un inverno ancora indeciso…
    Un po’ come gli esseri umani che tentennano tra differenti scelte di vita e non sanno decidersi…
    anna

  2. L’autunno è la stagione più enigmatica da comprendere, forse perchè da sempre è identificato con la natura che muore.
    I suoi colori però sono i più belli!
    Un caro saluto. QS-TANZ.

  3. Questo è l’autunno:

    elegante, dal volto malinconico e un po’ ombroso,

    ma che quando ci si mette, sa essere anche accattivante e bello

    Quanto mi riconosco in quest’autunno…
    Quanto….
    Grazie.

  4. Per Anna, QS tanz e Folletto
    Grazie per esservi fermati a leggere questa mia poesia.
    Ultimamente sto provando a scrivere anche in rima e in rime atternate; so di non essere così brava e che avrei potuto far di meglio; quindi l’attenzione che mi avete dedicato mi fa davvero piacere.
    Un saluto a tutti e ancora grazie.
    Lucia

  5. Troppo generica, io il mio commento lo voglio tutto mio e personale. 🙂

  6. Per Folletto
    Vuoi un commento personalizzato e meno generico?
    Allora scusandomi del ritardo ti accontento.
    Grazie per esserti fermato a leggere la mia poesia, fa sempre piacere avere un folletto fra i commenti!
    Approfitto anche per augurare a te e a tutti gli autori del sito e a Luca, un sereno duemila dodici.
    Ciao Lucia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *