Il riposo del guerriero

Dorme

Peloso

sdraiato sul davanzale della finestra.

Un raggio di sole gli scalda la schiena

il calore del camino lo accompagna nell’abbandono.

Insegue

farfalle

che svolazzano nella sua memoria di felino

vagabondo.

Nell’estate inattesa

gusta il sogno e muove impercettibilmente

le zampette

appoggiandole

delicato

sull’erba verde di un giardino

fantastico.

Lo accarezzo.

Apre un occhio.

Mi guarda

fiducioso.

Poi si riaddormenta  e ritorna al suo sogno.

9 pensieri su “Il riposo del guerriero”

  1. Conosco quel guerriero altero e affamato.
    A volte, sarebbe piacevole prendere le sue sembianze…
    L’Umano ha quelle responsabilità che lo differenziano, (almeno dovrebbe).
    Bella osservatrice, carissima.
    Sandra

  2. Peloso (non so il suo vero nome) si presenta puntualmente per la prima colazione, per il pranzo e per la cena.
    Da un po’ di tempo, si concede (a suo esclusivo piacimento) anche come ospite per sopperire ai rigori dell’inverno e ha scoperto una scatola nello studio in cui sistemiamo i giornali da riciclare, che ha eletto a sua esclusiva cuccia disdegnando poltrone e divano.
    Gli piace sapersi in compagnia, accarezzato dietro le orecchie e sulla pancia.
    Quando vuole, gratta la porta finestra e se ne va.
    Dove?
    Questo è il punto…
    Ma torna sempre puntualissimo come un orologio.
    a.

  3. Io adoro i gatti! 5st.

    Ps: Anna, ti auguro un felice e sereno anno nuovo… un abbraccio

  4. Auguri a te, GiuseppeAntonio, e a tutti gli amici di questo sito.
    Vi stringo in un abbraccio collettivo.
    (… e sono contenta che tu sia a casa per queste feste).
    Felice Anno Nuovo.
    anna

  5. Bella, curiosa e vera descrizione del gatto per chi lo ha.
    La mia Minù…..
    Lei ha un manto grigio/marrone con alle volte riflessi rosa.
    Prima c’era la Stella, mamma mia che bella, zebrata agile.
    Poi un giorno prese per il bosco….
    Una settimana l’ho cercata in giro per i boschi con la scatola sonante delle crocchette.
    Niente…..
    Adesso la minù.
    Anche lei gira per i boschi però è piu diffidente..
    Non levate mai la liberta alle bestioline, lasciatele libere….
    Grazie Anna e buon anno “il folletto”.

  6. Che tenera poesia!
    Personalmente mi tocca il cuore.
    Amo gli animali perché amano senza chiedere nulla in cambio, apparte qualche piccola carezza.
    Complimenti e 5 stelle.

  7. Magia, fascino, grazia ed astuzia, e mille mille altri aggettivi si potrebbero trovare senza riuscire mai a definire completamente questo piccolo miracolo di Madre Natura che è il gatto. Io sono “di parte” e lo sai Anna, ma la tua poesia “è” esattamente il gatto. Non posso dire altro: le parole perfette le hai trovate tu. Splendida poesia.
    5 stelle e una coccola al miciotto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *