I possedimenti sul Rene

Sto entrando nella morte apparente,

già conosciuta,

senza paura.

 

Niente sofferenze, nessun sogno,

nessuna luce,

nessun tormento,

nessuna gioia.

 

Sono sollevata e sospesa

da ogni dubbio,

dalla luce,

dal buio.

Superbo e controllato

il cuore,

fa il suo lavoro.

 

Poi….,

la luce fredda,

il colore verde,

il mio preferito,

parole meccaniche e freddo.

 

Riapro gli occhi, ma sono sveglia

da un po’.

Sogno e realtà

all’unisono

mi sussurano

che i possedimenti sul rene,

giacciono,

inutili,

altrove.

 

Conosco bene quello che vedo,

ce l’ho nel cuore e nella vita,

é il mio patrimonio,

e non pago ICI…,

sono volti amati,

sorridono di gioia.

 

Sono pronta a riprendere

la via.

10 pensieri su “I possedimenti sul Rene”

  1. Ciao!
    Non è facile parlare delle proprie disavventure riuscendo a trovare nella quotidianità spunti di poesia anche quando sarebbe facile rifugiarsi nella disperazione e nello sconforto…
    Non è facile vivere, ma si può, nonostante tutto e tutti.
    Un abbraccio e buona ripresa.
    anna

  2. Ciao Sandra,
    prima di tutto ti auguro di cuore una pronta ripresa.
    Per la poesia che dire: è sorprendente come riesci a trasformare anche questi momenti, di sicuro non belli in poesia.
    Un abbraccio e 5 stelle.

  3. Cara Sandra, leggendoti sento di rinnovare il percorso di un viaggio, dolorosamente incontrollabile, che è appertenuto anche alla mia vita, ma cara Sandra la vita, va avanti e fatti forza, che noi ti siamo vicini, con tanto affetto.
    Un abbraccio EMA

  4. x Lucia
    Capita nel proprio cammino qualche ostacolo, l’importante é proseguire.
    Contraccambio l’abbraccio e il bacio. Grazie.
    Sandra

  5. Siamo tutti con te Sandra, non capisco cosa succede ma il folletto ti abbraccia.

  6. Cara Sandra, innanzitutto auguri per una veloce ripresa.
    Mi unisco poi, al commento di Lucia Manna: anche questo difficile momento è stato trasformato da te in una fruibilissima “passeggiata poetica”.
    Molto brava e 5 stelle. Un abbraccione. QS-TANZ.

  7. x Folletto
    Lo raccolgo volentieri, Davide, l’abbraccio. Mi serve per la mia determinazione, per la concentrazione e l’energia, oltre che per andare avanti piena di iniziative.
    Sandra

    x QS
    Grazie, carissimo, la passeggiata poetica, è già andata oltre. Sono alla passeggiata sotto il sole fiorentino.
    Un saluto.
    sandra

  8. Non arrendersi mai soprattutto… e scrivere in versi le proprie disavventure é un pregio… auguri per un futuro luminoso…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *