Er Gatto de Roma

Lo sai chi a Roma l’è ppiù fortunato?

E’ chi sta ne li Fori da padrone:

Sta lì fermo, tutto spaparacchiato

Da prima de l’incendio de Nerone:

 

Lo vedi disteso, tutto abbacchiato,

O fa le poste de sotto ar portone;

Poi tranquillo, doppo d’aver magnato,

Su un coccio dorme co’ soddisfazzione!

 

Ce metterebbi la mano sur foco,

Ma sicuro nun me ce vedo affatto:

So’ nato certo pe’ vive co’ poco

 

Ma de sicuro nun me magno er ratto.

Lasso er sorcio a chi l’accoppa pe’ gioco

Tra cocci e chiese: lasso tutto ar gatto!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *