A volte non parlo

A volte non parlo.

Passo ore masticando pensieri

e rigioco sulla scacchiera invisibile

la solita partita della vita.

 

Pedine nere questa volta.

Non lepre veloce

Sarò inseguitrice attenta

 

Scelte accorte e non di cuore

Non volo dell’anima

 

Ma a cosa rinuncio?

Quale me stessa cancellerò con un colpo di spugna?

 

E non parlo.

 

E mi perdo

in un labirinto di ipotesi

e non vi è alcuna uscita tra le siepi di bosso

che costeggiano questo cammino…

11 pensieri su “A volte non parlo”

  1. Stupenda!
    E’ uno stato d’animo che a volte, appartiene anche a me. Forse, anche a tutti coloro che sanno di dare tanto, non si aspettano certo di ricevere altrettanto, ma confidano nel ragionamento e nell’affatto. Purtroppo, poi, si ritrovano in compagnia di pedine nere.
    Carissima, il volo dell’anima a volte ci fa cadere per terra, ma innalzarsi al cielo, e qualche volta raggiungerlo, come sai, è bellissimo.
    Un abbraccio.
    sandra

  2. Hai ragione, come sempre, Sandra…
    ma se fosse possibile essere se stessi un po’ di meno…
    a.

  3. Spesso la vita ci riporta in basso alla realtà, non sempre idilliaca, è sempre vita a volte dura, ma vale la pena di lottare per un domani più soddisfacente, auguri bella poesia
    saluti
    EMA

  4. Bellissima.
    Ho trovato notevole affinità con due mie poesie,
    “Orizzonte inerte” e “Tra mernte ed anima”.
    Le difficoltà spesso ci rendono “muti”, ma capisco bene ciò che vuoi dire e la tua consueta incisività elegante “dice” tutto il resto.
    Bravissima Anna ed ancora Buona Pasqua.
    5 stelle. QS-TANZ.

  5. Grazie, Ema, per la tua lettura e per la condivisione dell’idea che il bene resta sempre la scelta migliore
    a

  6. Costanzo, hai ragione: abbiamo un sentire comune. Spesso non si riesce a parlare e ogni virgola è di troppo, ma resta la speranza che le difficoltà passino.
    a

  7. E’ una poesia bellissima e umanissima. Ognuno di noi viene posto spesso davanti ad un bivio nella vita che, a volte, è tanto più doloroso quanto è più alto il valore del cuore. Ma se il coraggio non manca, quel cuore tornerà a volare…
    Bravissima e uno speciale augurio di Felice Pasqua!
    laura

  8. Il silenzio….
    Quanto si parla nel silenzio…..
    Quante riflessioni figlie del vivere ci portano lontano…
    Come ti capisco Anna, come ti capisco…
    Questa mattina sono andato solo in un posto dove un grande prato viene cullato da un bosco circostante….
    Bello Anna quant’è bello il mondo nei nostri silenzi..
    Grazie…

  9. Grazie, Laura!
    Il cuore, prima o poi, torna a volare…
    Grazie degli auguri e mi scuso del ritardo con cui li contraccambio… ma la Pasqua, cioè il “passaggio”, avviene ogni giorno nei nostri cuori…
    a.

  10. “Un posto dove un grande prato viene cullato da un bosco circostante…”
    Io, invece, mi siedo su una panchina che ritengo solo mia, e guardo l’acqua che scorre…
    Non mi chiedo da dove viene e dove va, mi basta essere lì e guardala correre…
    Un abbraccio, Davide.
    a

  11. Quante cose sa raccontare il silenzio e quante volte ci ritroviamo in silenzio a fare una scelta, sia piccola che grande.
    Complimenti per questa bella poesia e come sempre 5 stelle tutte meritate.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *