Un desiderio

Dimora nel fulcro dell’anima

padrone di un silenzio tutto suo,

vestito da una luce

inesauribile e sincera.

Nato per caso,

stropiccia il cuore

che non sarà mai sazio

di tante attenzioni.

Solleverà tempeste senza fine

giochi d’ansia e curiosità,

vibrando l’infinito

anche quando

per i pensieri

non c’è futuro.

Potrebbe essere difficile,

nel dubbio,

accarezzar le nuvole

o peggio ancora

cercar di dare un’ombra

a chi più non la possiede;

ma l’azzardo di chi spera

non ha il colore della colpa.

9 pensieri su “Un desiderio”

  1. Caro Qs-tanz… la tua poesia è molto bella ma anche molto triste. Dici che chi spera non ha colpa, ed è così, ma a me sembra che il tuo desiderio non è più il tuo sogno. A volte succede.
    E quando la speranza rifugge il desiderio, il cuore affida al vento la sua luce più sincera e ne fa una stella che prende posto tra gli astri della notte… e capita, a volte, che quella stella ne trovi accanto una gemella e le loro vite diventano una luce danzante senza fine. Una luce che conforta i nostri cuori e consola i nostri giorni, segnati da una lunga e imperdonabile assenza.
    Un abbraccio
    laura

  2. Nulla avviene a caso, amico mio, tanto meno un sentimento. Anzi, proprio quando “i pensieri non hanno futuro” è allora che la colpa assume un colore. Varia dal trasparente dell’assenza, al nero cupo della solitudine, al giallo della speranza, al verde della rassegnazione, al rosso del dolore…..
    Versi che fanno pensare, dolorosi forse ma catartici….

    5 stelle

  3. Nelle parole finali la chiave di tutto: si può vivere senza l’azzardo della speranza?
    Non so se sperare sia un azzardo, di certo, però, io non posso vivere senza speranze.
    Anche nei momenti più incerti, sempre, proprio in quel “fulcro” di anima o cuore o coscienza, come lo chiamiamo non è determinante, sempre rimane acceso il lumicino.
    Non riesco ad avere una visione totalmente disperata, mai, neanche quando le speranze stanno crollando, perchè comunque e sempre mi sorregge la convinzione che dopo, c’è altro.
    Mi piacciono queste tue poesie che sono finestre sull’anima e cioè su quella radice intima e profonda che ci fa vivere.
    In questo siamo davvero simili.
    Ciao.
    Anna

  4. Cercar di dare un’ombra
    a chi più non la possiede;
    Caro, QS-TANS, questi tuo versi mi hanno colpito molto, c’è una grande tristezza, e una meravigliosa tua bravura per raccontare in versi questi sentimenti.
    Bravissimo!!!! Come sempre, saluti
    EMA

  5. Una bellissima poesia come del resto sono sempre i tuoi scritti.
    Complimenti e 5 stelle.

  6. Seppur in ritardo grazie carissimo Raf.
    A leggerti presto. Saluti. QS-TANZ.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *