A mio padre

Dopo tutto ti penso ancora,

il mio peggiore incubo,

la mia più grande paura.

Ormai mi sei indifferente,

se tu sei vivo,

se tu sei morto,

non ha nessunissima importanza,

io non ti odio e tu lo sai,

ma non provo nemmeno nessun sentimento benevolo per te.

Sono parte di te e tu in parte sei in me,

vorrei poterti cancellare da questo mondo per ciò che a me e a mia madre hai fatto,

ma prima dovrai spiegarmi cosa ho fatto di male per meritarmi un padre come te…

 

Un pensiero su “A mio padre”

  1. E’ favolosa… complimenti… hai una mente molto creativa… sei bravissima!!!
    Ti invidio molto… vorrei essere anch’io come te… creativa… intelligente… favolosa… tutto!!! Sei bravissima!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *