Quello che non voglio più

Ultimo addio 

Non voglio più le tue carezze, i baci

non voglio più dover udire le tue parole

che si tratti finanche delle parole più belle

tutto, ora non mi basta più

non voglio più rimanere sveglia

con il cuore in gola, non riuscire a dormire

avere paura di perdere ciò che forse non ho mai posseduto

Non voglio più sentirti camminare

accanto a me, perché da ora noi siamo due cose sole

due anime sole, è vero, sebbene senza di te sia nulla

poco più di un ombra in un mondo di ombre

non voglio più dover forzare la mia bocca al sorriso

e non voglio le tue scuse,

non voglio ciò che da te non potrò mai avere

perché si, per quanto mi piaccia sentirmelo dire

l’amore più bello è quello che dona

senza pretendere nulla: non ti chiederò nulla

ma tu non pretendere da me la perfezione

perché non sono capace di essere altra cosa

diversa da quella che sono.

Perciò è andata

peggio di una pugnalata, più amara

delle lacrime più amare che abbia mai versato

più buia di ogni qualsiasi notte trascorsa senza te

e più triste infine di ogni pianto che lacera

senza versare lacrime

Eppure, entrambi lo sappiamo

forse io un po’ meglio di te

dei due, quello che più ha amato, e perduto

che anche la notte più lunga

non è mai così lunga da impedire al sole di sorgere.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *