Io posso

Posso regalarti un granello di follia,

portarti in grembo,

ricostruirti.

 

Posso aprire il recinto della ragione,

partorirti a perdizione nuova.

 

Posso infrangermi taciturna e sconosciuta,

ritirarmi poi, bruciante onda, fra le tue braccia.

 

Posso essere regola e ragione,

deserto e poi ponte,

vertigine e caduta,

baratro accogliente,

apertura e sigillo,

eterno ritorno.

 

Io posso.



4 Commenti per “Io posso

  1. Quando uno vuole può.
    Ma se non vuole? Se teme di…? Se pensa che…?
    Tutto è fascinosamente possibile.
    Poi c’è, però, la realtà. e allora il “posso” diventa “potrei” , ne sarei capace, e sarei anche disponibile a …
    E allora perché no? O perchè non sì?
    Mi fai sempre pensare…
    a.

  2. La determinazione è un passo importante che rende più forte ma qualche volta può essere percepita come una chiusura…
    fa riflettere questa poesia
    cosa vogliamo essere veramente?
    Ciao

  3. Cara Anna, quel “Mi fai sempre pensare…” è un complimento di estrema lusinga per me, da parte tua. Grazie.
    Grazie anche a Salvo e Angela.
    Abbracci sparsi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *