Il Contadino

Dalla primavera all’autunno

non conosce pace:

è tutto un daffare in campagna,

arare, tracciare solchi,

seminare, piantare,

concimare e curare le colture,

per poi, forse raccogliere

il sudato frutto.

Solo la notte è ristoratrice

in questo compito

di cultore della terra,

di custode dell’ambiente:

ma forse già pensa al domani,

al da farsi…



4 Commenti per “Il Contadino

  1. Sì, una vita di fatica e a volte, anche ingrata. Basta un niente per rendere la fatica, nulla.
    Grazie per aver ricordato questo Mondo Contadino, che forse, è l’unico che può salvare lo Stivale!
    Un saluto.
    Sandra

  2. Ciao, Vi sono grato di aver pubblicato questa mia composizione in onore di mia madre e di tutti coloro che si dedicano con passione alla cura della terra; di nuovo, Vostro sergio donatantonio da Avellino

  3. La dura fatica dei campi e un mondo che rivendica, a confronto, la prepontente innovazione tecnologica come esempio di progresso e di civiltà.
    …eppure il grano impiega sempre nove mesi per maturare …
    Manca in questa nostra modernità l’equilibrio e il rispetto di quanto è comunque patrimonio della storia dell’Uomo.

    anna.

  4. Spero tanto che le campagne non si spopolino perchè la figura del contadino è troppo importante,
    anzi mi auguro che tanti giovani abbraccino questo nobile ( se pur duro ) lavoro
    Un abbraccio e un saluto
    EMA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *