Effimeri momenti

La ricordo bene la neve

fin da bambino.

Cadeva piano e forse un poco

si posava sul mio cuore,

rendendo afoni

i suoni ed i rumori.

Il freddo bianco

dal magico profumo

rallentava ogni gesto

ed il cammino era incantato.

Effimeri momenti

trascorsi così in fretta.

Poichè il tempo si fermava

scivolando sui pensieri

appariva nei miei occhi

una luce brillantissima e fugace.

Circostanze cristalline

che percorro nuovamente

quando il manto argenteo

si adagia come allora.

E rimango affascinato

dai sospiri dell’inverno.



14 Commenti per “Effimeri momenti

  1. La neve, manto magico che trasforma la realtà e noi stessi… E un mondo incantato si apre davanti al nostro spirito….
    Emozioni…
    a

  2. Anche a me piace la neve, la nostalgia mi prende sui ricordi dell’infanzia…
    bella sui sospiri dell’inverno!
    Complimenti a 5 stelle
    Angela

  3. Ah, che bello il ricordo del manto bianco nell’aria ovattata: momenti indimenticabili!! Saluti da sergio donatantonio

  4. Grazie per le vostre letture e per i vostri commenti “magici”.
    Un caro saluto da Nicolas Antares.

  5. L’incanto della neve ricordo d’infanzia, di purezza di candido stupore, che si rinnova al suo venire
    anche con il passare degli anni.
    BELLA POESIA!!!
    Grazie un saluto caro
    EMA

  6. Versi suggestivi costituiscono il pregio maggiore di questa poesia, alcuni vocaboli usuali, nel contesto si caricano di significati interiori, aprendosi a delicate sfumature di varia gamma di colori antichi e moderni; i quali rimandano alla memoria quel mondo fanciullesco, gioioso dei mille istanti passati sulla neve. Un saluto carissimo da Stefano

  7. x EMA: grazie EMA, la poesia racconta proprio ciò che provo quando la neve mi ricorda il paesaggio imbiancato che sin da bambino mi affascinava con quell’atmosfera magica, sospesa e quasi eterea. Grazie per aver apprezzato.
    Un caro saluto. Nicolas Antares.

    x stefano: grazie stefano. I tuoi commenti tecnici ed articolati permettono la visone tramite altre angolature delle mie poesie.
    Grazie per l’analisi attenta e precisa e per l’apprezzamento.
    Un caro saluto da Nicolas Antares.

  8. Di questa poesia mi piace l’incedere calmo e lento, come quello dei fiocchi di neve che si poggiano senza far rumore e la luce argentea che si propaga nei versi trasformando le parole in leggerissimi cristalli.
    Complimenti!
    laura

  9. Bella la neve, ma cosa rara dalle mie parti.
    Una poesia incantevole ricca di fascino.
    Complimenti e 5 stelle.

  10. X LAURA: grazie, mi è piaciuto molto il tuo commento. A leggerti presto. Un caro saluto da Nicolas Antares.

    X Lucia: grazie per la lettura ed i complimenti: tu non manchi mai. Un caro saluto da Nicolas Antares.

    X: folletto: grazie folletto. Hai ragione, forse è proprio la sensibilità che mi aiuta a scrivere certe poesie, e questa poesia è una di quelle. A leggerti presto. Saluti cari da Nicolas Antares

  11. Sì, sono riuscito anch’io a tornare bambino e questo trasporto emotivo è il compito della poesia, senza dubbio.
    Belle alcune metafore che pescano nel mare delle sensazioni di bellezza e pulizia che la neve evoca…
    Il cenno alla variazione di suoni e luci è azzeccato.
    Ciaociao

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *