Musica solitaria – 50 Apoftegmi

Tutti voi siete la mia salvezza, ma più spesso, la mia dannazione.

La mediocrità è talmente estesa sicché, per andare in un qualsiasi altro posto, bisogna immancabilmente attraversarla.

I peggiori uomini sono quelli piccoli borghesi, non sono né grandi né borghesi.

Io non vi odio per tutto quello che non fate, ma vi amo per quel poco che avete fatto.

Dà veramente tanto colui che dà quel poco di sua spontanea volontà.

Il perdono non va accordato a chi si dice pentito, ma a chi lo chiede a bassa voce.

Siamo diventati talmente aridi dentro che un cactus potrebbe stupirci.

Gli aridi collezionano acqua.

La solitudine tempra il tuo io e spesso gli altri sono la strada per arrivarci.

Dalle nostre orme nessuno riuscirà a stabilire il grado della nostra forza.

Non bisogna mai risparmiare sulle stoffe. Sono le uniche che accarezzano i nostri corpi per tutta la vita.

Sfogherò tutta la mia rabbia appena troverò un colpevole.

Siamo null’altro che… l’interpretazione di noi stessi.

Come possiamo crederci padroni del mondo se un semplice fulmine può folgorarci?

La coerenza è strettamente legata alla circostanza.

Un giorno ritorneremo liberi ma… inferiori.

Volgere lo sguardo in alto e cogliere luce comporta parziale cecità, anche là dove il mondo è sufficientemente illuminato.

Quando si è innamorati essere ridicoli è una norma.

In pochi attimi possiamo rendere felice una persona più di quanto non lo siamo stati noi tutta la vita.

Tra uomo e donna sembra ci sia più abisso che tra uomo e uomo o donna e donna.

Niente di noi è nostro. Apparteniamo sempre a qualcuno o a qualcosa.

La pura intelligenza esiste, ma come Plutone, è lontana assai da noi.

Tutto l’odio della storia umana non potrà mai equiparare l’intensità emotiva di un bacio tra due adolescenti che si amano.

Sembra che tutti sappiano tutto e che tutti facciano finta di niente.

Dobbiamo sperare di avere sempre la forza di sopportare gli altri e che gli altri ce l’abbiano per sopportare noi.

Se un giorno avrai bisogno di qualcuno rinunciaci. Perché quel giorno nessuno avrà bisogno di te.

Se dovete dimostrate le vostre capacità: superatele.

Non amo considerare quelle persone che mi considerano per il solo fatto di farsi prendere in considerazione.

Spesso il nostro amore s’intensifica, quando il partner è momentaneamente lontano.

Quanto meno avrete capito la vita tanto più vi spaventerà la morte.

Ogni singolo individuo è dotato di svariate personalità.

Il senso della logica è quella cosa che, quando ci dimentichiamo di inserirla nei discorsi li rende insensati.

La felicità possiamo farla nostra solo fino al punto che siamo stati capaci di immaginarla.

Un uomo imbarazzato dalle circostanze è un uomo privo di fantasia.

I momenti più difficili per un uomo sono quando deve dimostrare di essere maturo anche a se stesso.

A differenza dello scrittore lo scultore non viene riconosciuto artista tanto per il contenuto quanto per la forma.

Il vero patrimonio di uno Stato non si trova nel sottosuolo del suo territorio, ma nel sottosuolo delle menti dei suoi cittadini.

Prima che arrivi alla morte, o che la morte arrivi a lui, l’unica cosa su cui può contare un uomo è: il tempo.

La morte dà alla vita più linfa di quella che la vita dà alla morte.

Chi ama non può permettersi il lusso della paura.

Solo una donna può cogliere l’attimo in cui l’uomo, come per magia, torna bambino. Ovviamente l’accusa di infantilismo.

Il migliore amico dell’uomo è l’umorismo.

Il dolore è l’unica cosa che riusciamo ad immaginare all’infinito.

Il trionfo del potere è retto sulle meschine gambe del popolo e non sulle braccia del tiranno.

Non bisogna pensare alle cose assurde, va a finire sempre che hanno ragione.

Nessun testardo è più testardo di colui che cerca di convincere un testardo.

Dovremmo abituarci a capire anche quando non è sempre troppo tardi.

Vi è una piccola parte di noi stessi che non diamo mai ascolto e che, puntualmente, ci fa molto male.

La vita va consumata cruda seppur, a tutti noi, piacerebbe ben cotta.

La libertà ti libera da ogni altra cosa, ma ti tiene, per tutta la vita, incatenato ad essa.

 

5 pensieri su “Musica solitaria – 50 Apoftegmi”

  1. Ti ringrazio Ignazio, sei una persona umile e leale e questo accresce ancor di più la mia stima per te. Non è assolutamente escluso ch’io possa dedicarti qualcosa, prima o poi…

  2. Leggerti è come navigare per mare senza una direzione precisa… “per la sola ragione del viaggio: viaggiare”.

  3. Ti ringrazio e ti saluto affettuosamente Madeleine.
    Terra, terra!

  4. L’aforisma, la sentenza, sono le forme dell’eternità; la mia ambizione è dire in dieci frasi quello che chiunque altro dice in un libro, quello che chiunque altro non dice in un libro. (Friedrich Nietzsche)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *