Piccolo fiordo

Pullula ogni giorno di festosi bagnanti quel piccolo fiordo laggiù sotto la montagna dove l’acqua d’azzurro intenso ha l’aspetto invitante al turista di passaggio.

Il sole, coi suoi raggi cocenti, arde le rocce infuocate mentre gli improvvisati ospiti, distesi come lucertoline, felici si godono la tintarella.

Dall’alto l’antica dimora scolpita nella roccia, annuisce e l’allegro scanzonettare del marinaio avverte del suo ennesimo tuffo.

Sorridono le straniere con le tette al vento mentre i giullar cocenti in vita raccontan ricalcati pensieri.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *