Le mie radici

Affondo qui le mie radici,

in questa terra che tra le mani

si sgretola e come tempesta del deserto

inesorabile avanza

eludendo fiducia nel domani.

E la gioventù che un tempo rincorreva

ideali per un nuovo futuro

abbandona la terra natia cercando, altrove

la propria dimensione.

 

Tra queste antiche mura

che trasudano memorie, i pensieri

si intrecciano come un groviglio di rovi

e avvinta resto, nelle spire

di ricordi ed emozioni

che fecondano le mie origini.

 

Di stelle fulgenti s’illumina

questa notte tenebrosa

contrita come l’anima ferita che

arranca lungo il pendio della vita.

 

Le mie radici affondo

in questo fango che trascina detriti

di dolore e rabbia, ma

dall’acqua amena che scorre

nelle immense vallate,

nei solchi dei fertili campi o

nei greti dei placidi fiumi

emergono “nuove speranze”…

come linfa vitale defluiscono

negli alberi flagellati dai venti

modulando un canto di rinascita.

 

Il giorno già declina sui crinali

e fugge il tempo avverso

in rivoli di ardente fuoco

esalando l’ultimo respiro.

 

A.G. 2013



8 Commenti per “Le mie radici

  1. Mai perdere la speranza.
    L’amore per la propria Terra è parte di noi, ha radici profonde, ricordi che ci hanno fatto compagnia e ai quali ci aggrappiamo nei momenti più duri.
    Ma la Terra, è ovunque la stessa, se l’amore per essa è sincera. Gli alberi, i fiumi, i dialetti, fanno parte della nostra crescita ed è per questo, la nostra ricchezza.
    Le malinconie sono per le serate grigie, ma siamo tutti sotto lo stesso cielo.
    Un caro saluto.
    sandra

  2. Il passato ci sembra sempre migliore, ma per chi quel passato è stato presente, esso ha ricordi altrettanto deludenti.
    Il male c’è è c’è sempre stato, ora se ne parla e se ne ha notizia in tempo reale.
    Il cambiamento è nel singolo e, come in una gara a chi arriva prima, non bisogna aspettare che gli altri facciano o cambino, ma ognuno deve essere il primo.
    Le radici in cui tutti affondiamo e da cui tutti traiamo origini, rinvigoriscono il nostro essere e dobbiamo ricordarci chi siamo, giusto per non perdere di vista quella faccenda così fuori moda come i “valori” ormai troppo spesso gettati nella spazzatura in omaggio a vantaggi lobbistici di pensiero e di comportamento oltre che di interesse.
    Grazie per la tua poesia.
    anna

  3. Immagini, similitudine, movenze costituiscono l’enorme fascino di questa poesia. Le radici originarie, sono manifestazione di sentimenti profondi e di speranza, dominati da una ciclica vicenda esistenziale tesa a sconfiggere la legge del destino. Ma non basta chiudere gli occhi o affidarsi alla fantasia per rendere un mondo migliore o infilarsi in un divino potere di sogni. Solo il verso può tutto, e vola su pensieri alti effusi da un’anima sensibile, come questi di Angela Giordano.
    Un saluto da Stefano

  4. Bella poesia! Argomento moderno e linguaggio a tratti volutamente arcaico.
    Da questo accostamento sapiente hai creato un’ottima lirica. Brava.
    Le nostre radici sono la certezza che non ci delude mai.
    Un caro saluto da Nicolas Antares.

  5. Vi ringrazio per i commenti e le stelle che mi avete regalato…. questa poesia è nata dalle visceri e dal cuore, l’ho dedicata a mio figlio ed a tutti i giovani costretti ad abbandonare la terra natia per cercare altrove la propria dimensione.
    Siete stati tutti molto esaustivi nell’argomentare il pensiero, le radici restano salde finchè c’è ancora un briciolo di speranza nel futuro della propria terra.
    Ho vinto il 2° premio ad un concorso nazionale svoltosi nella mia regione nella sezione a tema libero.
    Grazie di cuore
    Anna, Sandra, l’altra Anna, Stefano ed Antares…
    vi abbraccio e vi avvinghio con le radici del cuore.

    🙂 Angela

  6. Bello questo riferimento alle tue radici, ma ti auguro un futuro fertile e generoso, comunque
    BRAVISSIMA POETESSA e complimenti!!!!
    Saluti a risentirci
    EMA

  7. x EMA

    grazie per aver lasciato una traccia del tuo passaggio… le radici sono comuni a tutti noi, a volte ben radicate altre volte no, cmq la speranza non mi ha mai abbandonato
    ti ringrazio anche per il voto ed i complimenti.
    Un caloroso saluto
    Angela

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *