Ho acceso un fuoco sulla luna

Mi attende un anno, un anno intero:

chissà come farò a passarlo,

ma l’intreccio di ardore e desiderio

sostiene il mio percorso.

Disperato e poi felice

col pensiero che la vita di ogni giorno,

strappa il tempo dalle mani

rubando l’attimo incantato.

 

Distratta nello sguardo

e feroce nell’abbraccio.

 

Ma ho voglia di volare

e per una notte almeno

sentire più vicino

il profumo del futuro.

Poi, fermarmi a riposare

senza l’ansia del risveglio.

Di rosso vivo colorerò l’argento:

ho acceso un fuoco sulla luna.



9 Commenti per “Ho acceso un fuoco sulla luna

  1. Molto bello il fuoco sulla luna! Lei, così d’argento e il fuoco così rosso, come il sangue, come la passione, mescolata all’argento della vita, all’argento nei capelli, a quell’argento che può essere, a volte brillante, a volte, apatico, così come lo è, la passeggiata degli umani.
    Un caro saluto.
    sandra

  2. Originale lirica, colma di vibrazioni e di richiami all’azione, piaciuta notevolmente!

  3. La disperazione e la felicità del passare del tempo sono da sempre per me fonte di riflessione e di cambiamenti repentini di idee e sentimenti.
    Mi ha fatto molto piacere vederli descritti e condivisi in una poesia di una persona che non conosco, ma allo stesso tempo sento come un caro amico.
    Laura

  4. Che meraviglia!!!!! Questa poesia, e questo “profumo del futuro” che ci spinge avidamente verso il domani.
    Auguro a te e a tutti noi un domani pieno di gioie, con affetto ti abbraccio, a risentirci
    EMA

  5. Un anno intero.
    Il tempo necessario perchè quel falò sulla luna dia un segnale chiaro a chi alla luna alza lo sguardo e osserva incantato.

  6. Una lirica colma di contrasti cesellati armonicamente dallo spirito ottimista dell’autore: di fronte all’infinito del tempo che passa, smarrimento e felicità colmano l’animo di chi si appresta a vivere una nuova era e già la speranza di nuovi attimi magici ci elevano verso la compagna dell’ignoto. La luna che da fredda diventa rosseggiante e pregna di nuove promesse che ci scaldano anche per una notte sola alla sola speranza che il futuro ci sia amico.
    Complimenti!

  7. Tornavo a casa una sera di metà gennaio. Capodanno era appena passato e guardando la luna piena rossastra e grande ho immaginato di accendere un fuoco su di essa; questo per avere sempre un riferimento che potesse alimentare la speranza di trascorrere serenamente il nuovo anno.
    Grazie a tutte Voi per aver apprezzato.
    Un caro saluto da Nicolas Antares.

  8. Bellissima! questi versi parlano di mie sensazioni e mie speranze … grazie, questa notte aggiungerò anch’io il mio puntino rosso lassù..
    saluti e complimenti

    Veronica MRL

  9. Grazie Veronica per la lettura e per i complimenti. Un caro saluto da Nicolas Antares.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *