Pianto incompreso

Piccola Stilla

dall’occhio stanco

dolorante sgorghi

scivoli lentamente

piatta su di un tavolo,

t’assorbe

quasi il tempo che scorre

nulla sei per l’indifferenza

regnante.

Una farfalla ti scorge

nel lago si disseta

ti prende per mano

nel ramo ti conduce

dove il fiore un’altra dimora

non rifiuta,

e il canto della cicala

ti culla mentre nella polla

in silenzio vorresti rientrare.



2 Commenti per “Pianto incompreso

  1. Pianto incompreso, di questo si parla nella tua bella lirica, dove poeticamente racconti di un dolore che solo la natura pare avvertire e soccorrere, BRAVA, saluti alla prossima
    EMA

  2. Ho particolarmente gradito il tuo passaggio e il bel commento, grazie di cuore, Ema!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *