Un battito di ciglia

È così che accade: un battito di ciglia, uno sfiorarsi d’anime di passaggio; imprigionate in normalissimi corpi distrattamente si incrociano per la via. Eccoci, a quell’incrocio. Siamo due soli che s’avvitano nelle reciproche orbite. Oggi ti è dato d’accorgerti di questo momento solenne; oggi puoi accorgerti del divino che c’è negli incontri mancati. Ai più questa consapevolezza è intollerabile, troppo in fondo è stata spinta la divinità che a ognuno di noi appartiene.
La… follia libera il divino ma lo rende inutilizzabile. Oggi a te è data la grandezza, lo spazio nell’anima per rendere ospitabile la meraviglia dell’incontro. Oggi sei divino e come tale puoi cogliere gli incroci dei destini, cavalcare il vagare delle anime. Oggi puoi penetrare il vero e l’eterno.
Puoi sondarti senza timore, oggi puoi sostenere l’assalto delle emozioni che hai sempre compresso. Completi oggi il tuo disegno, riconoscendo nell’altro il divino che in te si racchiude, decidendo di scambiarlo, come un fluido vitale che in continuo flusso fra le due anime si riversa. Oggi puoi essere folle senza perderti nella follia. Puoi farlo, oggi sei un dio dal profondo.


1 Commento per “Un battito di ciglia

  1. Bellissima descrizione dell’attimo in cui la percezione di sè e del mondo esterno realizzano il senso di onnipotenza in cui ci si sente attori e artefici
    Un battito di ciglia, un istante che cambia tutto.
    Un sorriso e tutto è altro.
    Ciao.
    Anna

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *