L’attimo

Sentirsi forti,

per poi scoprirsi fragili.

Alzare lo sguardo al cielo,

e non vedere luce.

Aver bisogno di parlare,

ma nessuno ti comprende.

Voler sprofondare,

e non avere il coraggio di lasciarsi andare.

Essere in compagnia di tanta gente,

e sentirsi invisibili.

Aver bisogno di calore,

ma nessuno ti abbraccia.

Voler gridare forte la tua rabbia,

ma ti mancano le forze.

Piangi…… e nessuno si accorge.

Ti manca il respiro, ti fermi un attimo…..

fai un lungo sospiro…….. e, ti dici, ”è stato solo un attimo”.

 

17 pensieri su “L’attimo”

  1. Intensi sentimenti magistralmente espressi con patina di rassegnata malinconia. Bella poesia, coinvolgente e ispirata. Brava, Grazia.

  2. E’ un vestito che ogni tanto ci troviamo ad indossare senza volerlo anche perchè è fatto di lana… pungente.
    Mi è piaciuta veramente molto.
    Mi ricorda una mia poesia che trovi sul sito: “Un tempo che non passa”.
    Brava! QS-TANZ.

  3. Molto bella, Grazia. Sentimenti di situazioni vissute cento volte con alzate da terra senza l’aiuto di nessuna mano, succede. Tu la reciti calzando bene l’idea. Brava. Sandra

  4. L’abbraccio è la cosa più bella del mondo, specie se sentito, forte e vero! Kisssal

  5. Sembra tu abbia descritto il mio stato d’animo… ho un pò di delusione, rabbia, nostalgia… ma piano, piano cerco di alzarmi… dopo aver visto veramente l’inferno e averci vissuto un pò… non si può non andare in paradiso……! E’ l’attimo, è il miracolo …è la vita!

  6. Grazie!, grazie a tutti quelli che hanno commentato, o solo letto la mia poesia……
    a presto…….. Grazia

  7. io sono quella poesia ke tu descrivi con dolcezza… essere fragili in questo mondo è un male….. e allora devi far vedere a tutti quella ke non sei solo per sopravvivere……. essere vista come persona aggressiva e tosta quando si è la persona più fragile del mondo ke ha solo bisogno di amore e dolcezza ma sono troppo impegnate le persone nel loro vano egoismo….. io ormai ho imparato a convivere con la solitudine e delle volte serve piangere e sfogarsi….. le lacrime ti fanno più bello il viso in un qualcaso te lo migliorano…. io preferisco al tener tutto dentro lo sfogarsi con una bella musica emozionante stando sola a casa in una giornata di brutto tempo, la si ke amo versare e riversare lacrime di dolore verso questa vita così storta e complicata…

  8. mi piace tanto la tua poesia… mi rispekkio tanto nei tuoi versi!!!!! è confortante sapere ke c’è qlc1 altro, oltre me, ke prova qst senso di profondo smarrimento… speriamo in giorni migliori!!!!!!!! complimenti ancora!!!!!!!!!!

  9. …stasera sono uscito… da solo… mi sentivo male… provavo così tanto dolore da non riuscirlo a sfogare in alcun modo… era rabbia… delusione… odio… ma più che altro tutte queste emozioni erano rivolte verso di me… perchè… mi sono mostrato fragile, vulnerabile, ho riposto tutta la mia fiducia in una persona pensando tenesse a me… e dopo aver scoperto la verità… ho passato e sto tuttora passando un periodo buio… la tua poesia stasera… è come se avesse esorcizzato gran parte dei sentimenti che provavo… mi sento meglio adesso… adesso so che c’è qualcuno in grado di capire ciò che provo in questo periodo… non è facile durante il Natale sentirsi vuoto, inutile… girare per strada mascherando una inutile e falsa felicità… grazie per la tua poesia…

  10. Il mio stato d’animo è lo stesso, ma mai avrei potuto trovare parole migliori delle tue per esprimerlo. Complimenti!
    In tutto questo è proprio difficile trovare dei lati positivi, ma forse uno c’è, abituandosi a queste sensazioni, si riesce poi ad apprezzare le piccole cose, le cose semplici, le cose che in molti con superficialità ignorano, le vere cose belle della vita insomma, tipo un semplice sorriso di una persona amata, di un amico. Per quel sorriso, sarà valsa la pena di soffrire così tanto.

  11. Hai rispecchiato il mio stato d’animo in questo periodo della mia vita, il mio primo ed unico amore ,dopo 20 anni insieme ha cambiato strada ed io faccio veramente ,troppa fatica a dire ” è stato solo un’attimo! “.
    Spero soltanto che veramente si possa uscire da questo incubo !

  12. Questa poesia rappresenta il mio stato d animo della scorsa estate.. e in particolare di una sera.. Forse la sera + brutta della mia vita ma proprio in quel momento, dopo aver toccato il fondo del baratro, ho iniziato una lenta ma inesorabile risalita.. e anke se in quei momenti ti sembra di nn avere nessuno ke ti ami, ke sappia davvero ki 6, è vero, come dice Nazzareno, ke inizi poi ad apprezzare le cose semplici ke nella nostra vita invece spesso vengono ignorate..
    Un bacio Laura

  13. Bella poesia. Mi ricorda le fasi adolescenziali ed il successivo passaggio, diciamo, alle fase adulta. Un po’ di pessimismo leopardiano, la realtà amara della vita, comunque un realismo molto pungente ed in fondo tanta speranza. Ricordiamoci che alla fine non siamo mai veramente soli, c’e Qualcuno che sta sopra di noi che ci ama infinitamente. Occorre cercarlo, Lui si farà trovare. E’ Dio, è Gesu’.

  14. Dio questa poesia è stupenda… non faccio altro che leggerla e rileggerla…
    è davvero stupenda

    COMPLIMENTI

  15. Ho cercato delle parole che potessero rappresentare il mio stato d’animo in questo momento. Sono parole semplici le tue e proprio per questo mi hanno fatto piangere. Hai rappresentato uno stato d’animo complesso con la semplicità. Troppe volte sembra di sentire che dentro di se c’è un sentimento che sembra così semplice, lo si sente così chiaro, ma poi a parole non viene… a parole sembra di dover descrivere l’universo. Grazie di aver spiegato e dato voce a un mio stato d’animo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *