A mio Padre

Ti ho cercato

Nei contorni sfocati

del tuo viso

che inaspettatamente

mi è apparso in sogno

qualche volta

lasciandomi il dolore

del risveglio

.

Ti ho cercato

nelle poche cose

che abbiamo condiviso

e ho acceso d’amore

la tua immagine

che timida appariva

dietro la nebbia

di un ricordo fragile

.

Ti ho cercato

nei perché

che non ti ho chiesto

nelle domande

a cui non hai risposto

Troppo presto

te ne sei andato

ci conoscemmo poco.

.

Ti cercherò

nella promessa

di un incontro.

Nel pulsare del sangue

che eternamente ci lega

Nel nostro abbraccio

che alla morte

non si piega.



5 Commenti per “A mio Padre

  1. Il padre figura mitica, ma poco raggiungibile, per i destini della vita? O una paternità distratta.
    Bella poesia, GRAZIE !!!
    A risentirci un abbraccio
    EMA

  2. E succederà sempre.
    Ci sono delle energie che ci legano a chi ha il nostro stesso sangue, non si dissolvono aiutano anzi nel percorso.
    Siamo tutti con te Angela.
    Molto bella grazie…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *