Vibrava

Cammino da sola

con lo sguardo fisso sul marciapiede

e un dolore fitto

nello stomaco e

nel cuore.

Non riesco a capire come

un momento prima

tutto sembrasse finito e poi…

e poi di nuovo qui

più acuto di prima.

Non capisco…

NON CAPISCO!

Dico urlando a Dio.

Perché questo? Perchè?

Ma la sua voce non la sento – no

non la sento.

Eppure qualche attimo prima

sentivo la serenità prendermi la mano

la mente

il mio sorriso diventar sincero

finalmente il cuore libero e poi…

e poi nient’altro che fumo…

fumo nero e corrosivo

di una speranza ridotta in cenere.

Eppure qualcosa

un attimo prima sentivo che vibrava

vibrava

vibrava.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *