Cicatrici

Le cicatrici rimangono

all’ombra dei pensieri.

Si vestono di mille colori,

a volte oscuri,

a volte addirittura solari.

 

Sapientemente amalgamate

alla bellezza dell’Universo,

potrebbero diventare

gioielli volanti,

proprio come il colibrì.

 

Se bagnate dai ricordi,

i colori sono sfumati.

Se il presente diventa ossessivo,

ecco che il loro

colore è ombroso

come il bosco di notte

ma, se il respiro della mente

si apre alla speranza,

le cicatrici possono diventare,

l’arcobaleno della vita.



8 Commenti per “Cicatrici

  1. Una vita rose e fiori è il sogno di tutti… E poi ci sono cadute, scivoloni, errori, rimpianti…
    Importante è riprendersi, rialzarsi, guardare avanti e ricominciare.
    Credo che questo sia l’eroismo di ogni giorno quando ci svegliamo e mettiamo i piedi fuori dal letto.

  2. Bella, “se il respiro della mente

    si apre alla speranza,

    le cicatrici possono diventare,

    l’arcobaleno della vita”

    molto positiva, me la sono gustata grazie…

  3. X Anna
    Grazie. Quando ci svegliamo e mettiamo i piedi fuori dal letto inizia la battaglia e la vita stessa. Esserne consapevoli è già una mezza vittoria.
    Sandra

    X folletto

    Sono entusiasta del tuo apprezzamento, lo raccolgo sul cuore con un caro saluto.
    Sandra

  4. Le cicatrici, sono il sigillo del ricordo. Costituiscono la traccia tangibile del superamento della sofferenza che purtroppo, lascia il segno.
    Equilibrio e profondità d’insieme e, come sempre, i tratti unici del tuo stile cesellano il tutto.
    Brava Poetessa! Un abbraccio da Nicolas Antares.

  5. In alcune civiltà si gloriano delle cicatrici, simbolo di battaglie vissute, anche nella vita non mancano né le cicatrici né le battaglie.
    Qualche volta possono anche rinforzare il carattere, spesso non ci è concesso scegliere!!!!!
    Anche io ne ho diverse sul corpo sull’anima, ma che si può fare, questa è la vita!!!!!
    Grazie del messaggio un abbraccione con affetto
    EMA

  6. x Ema

    Grazie, carissima! Anch’io porto cicatrici interne ed esterne, ma, sono il mio arcobaleno e il mio vissuto.
    L’importante, è la vita.
    Un abbraccio.
    Sandra

  7. Quanto la poesia sia teraupetica per chi purtroppo ha i segni della vittoria! Ma sono segni di VITTORIE!!! Grazie….. poesia!!! Adesso l’arcobaleno!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *