Sola

Triste…

Senza aver voglia di parlare, di sorridere,

con il respiro affaticato da una noia pesante,

opprimente.

Provo a pensare a questo mio stato e mi perdo nel vuoto,

in un vortice di solitudine,

di malinconia

che mi porta lontano dalla realtà.

La mia mente corre nei piacevoli ricordi ormai lontani,

ma non basta per farmi sorridere.

Allora non mi resta che nascondermi

nel mio cupo silenzio di tristezza.

Pabela

 

9 pensieri su “Sola”

  1. la solitudine è lo stato naturale dell’essere umano e già altri scrisse
    “Ciascuno sta SOLO sul cuor della terra….”,
    ma la forza sta nel ricercare e riconoscere che ognuno è anche
    “Trafitto da un raggio di sole”.
    certo, non possiamo scordare che l’uomo è compresso e condannato all’angoscia del tempo, infatti il poeta conclude:
    “Ed è subito sera”,
    ma non scordiamo la bellezza e il calore di quel raggio di sole che c’è sempre e comunque nella vita di tutti.
    più semplicemente qualcuno che non ama Quasimodo ti direbbe “think pink!”.
    con affetto, ciao.
    anna

  2. non auguro a nessuno di provare la vera solitudine…. gli amici… la famiglia… in tanti che ti voltano le spalle… senza che tu lo volessi!!!
    bisogna credere in noi stessi… e andare avanti!

    Grazie!

  3. Ciao Pabela, comprendo la tua poesia pienamente; ciò che esprimi e anche ciò che penso in molti momenti della mia vita.
    Quello che posso dire è di comnciare a credere in te stessa. Ogni persona sulla terra è speciale- e se sei nata vuol dire che anche tu sei importante. Nessuno è nato per caso.
    Un bacio. Ligeja

  4. Lo sai pabela molto spesso ci si sente soli, il motivo alle volte non lo si conosce eppure è cosi e basta. Ci si può sforzare a trovarlo ma tanto non si troverà mai. Non voglio, con queste mie parole, demorallizzarti vorrei solo farti capire che tutto questo fa parte della vita e alle volte la solitudine non è altro che una flebile illusione. Essere soli significa avere quello che purtroppo questo mondo non ha: gli occhi aperti su una vita che nasconde mille pregiudizi, mille ipocrisie, la voglia di far capire che i pregiudizi aiuterrano solo gli stolti. Stare soli non è bello ma come ha detto anna citando quella bellissima poesia di Quasimodo nessuno è solo e neanche tu.

  5. Cara Pabela, solo chì prova questo stato di malessere può conoscerne la spietatezza e portata. Ma ti dico: “se hai subito un torto, verrà un giorno che ti renderà ragione, se la tua solitudine nasce senza apparente ragione, è un mal di vivere che denota una sensibilità al di fuori della norma. In mezzo a tanti che sembrano ‘rocce’, ma che poi il tempo sgretola. Tu sei una donna e solo il fatto che scrivi e comunichi, costituisce prova che non sei sola. ‘Di là’, dall’altra parte c’è qualcuno che ‘ascolta’ ed a cui piace sentirti. Ricorda che nella solitudine spesso ‘cresciamo’, non fuggire da questo sentire, perchè non servirà. Affrontalo e trai da esso uno spunto, perchè nel bene e nel male anche l’angoscia e la solitudine, appartengono ai sentimenti umani. E non c’è persona che possieda sentimenti, senza essere preziosa per gli altri. Un bacio.

  6. (Risposta a Paolo)
    Si hai ragione Paolo…Ho scoperto che condividere le mie emozioni con gli altri è piacevole.
    Si può imparare a vivere attrverso i sentimenti altrui e si può regalare emozioni raccontando le proprie. Grazie di cuore…
    Pabela

  7. comprendo strabene la tua poesia Pabela, devo ammetterlo, ho solo 14 anni è già molte persone su cui facevo affidamento se ne sono andate voltandomi le spalle, e io sono rimasta sola, come sempre; poi però ho incontrato una persona fantastica, la mia attuale migliore amica che mi sa sempre strappare un sorriso anche nei momenti peggiori!!! ma lei non c’è sempre, a casa sono sempre sola, mi sento sperduta.
    Sono “dark” ma i miei non capiscono la mia adolescenza, è una tragedia ogni giorno; posso solo sembrare una ragazzina stupida e giovane, ma credetemi non è così…
    iaMaLONe94

  8. Certo che non sei una ragazzina stupida… la tua solitudine tra le mura domestiche dovrebbe essere spunto di riflessine per i tuoi genitori… fagli leggere il tuo commento… non è nascondersi nel buio di un colore che ci si può mimetizzare… scegli la luce del sole e un caloroso sorriso… aggrappati a questo come una speranza di crescita interiore… alla tua età è un peccato rinunciare a vivere serenamente… difendi il tuo diritto di essere amata… se i tuoi genitori non capiscono …diglielo tu che hai bisogno di rassicurazioni… che un ti voglio bene vale più di mille prediche… ti abbraccio forte… e t.v.b.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *