Ti cerco angelo mio…

Ti cerco ma non sei qui,

guardo questa stanza vuota

e un nodo mi stringe la gola,

guardo quei fiori, i tuoi adorati fiori

e rimpiango tutte le volte che ho detto di odiarli.

In questo tempo infinito,

in questa vita frenetica,

c’è un grande vuoto,

una grande ferita difficile da risanare…

Dove sei perché non sei qui con me,

a rimproverarmi per cose futili…

Ti ho voluto bene e solo adesso mi rendo conto quanto.

Quanto vorrei poter sentire ancora la tua voce,

vedere il tuo viso,

metterti i bigodini e prenderti in giro sotto il casco…

Mi manchi angelo mio…



2 Commenti per “Ti cerco angelo mio…

  1. Le grandi e gravi perdite restano ferite tracciate con una lama indelebile, tuttavia, la strada è lunga, i ricordi si affacciano a far compagnia e chi abbiamo perso, pur non vedendolo fisicamente, dobbiamo sempre pensare che sia ad un passo dietro di noi. La penna potrebbe essere un medico eccellente per curare quella ferita o almeno, per accettarla.
    Un saluto.
    Sandra

  2. Chi ha perso una persona cara, come te può capirti, e convivere con questo dolore è il suo destino.
    Talvolta un vuoto incolmabile, che ci tormenta nel presente e forse nel futuro.
    Tu cara amica ben lo rappresenti in questa tua bella poesia, GRAZIE!!!
    A risentirci saluti
    EMA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *