Stelle cadenti

Il tempo,

si muove come un soffice pensiero

nutrendosi d’armonia e di passioni,

di fragili desideri e intime speranze.

Come quando leggevi

di me e dei miei giorni

e scrivevi con mano elegante

il triste cammino di una donna

rimasta sola a inventarsi una vita.

Ricordo l’immagine

che tuttora si illumina

grazie a una luce quasi impossibile,

di quel punto del cielo

dove stelle cadenti

incrociano lo Zenith

tracciando archi infiniti.

La porto nel cuore.

Profuma di antiche fragranze

portate dal vento di mare

fino a lambire la stella del nord.

E proprio dal cuore la lascio partire

a sfiorare i tuoi sogni

e la dedico a te.

 



8 Commenti per “Stelle cadenti

  1. Sublime! Un sentimento cantato alla Donna primaria della vita di ogni essere umano.
    Giungerà, stanne certo, questo melodia e arriverà vento gentile che sfiorerà il tuo volto.
    Complimenti.
    Sandra

  2. Non trovo parole per la bellezza di questa poesia,
    mi unisco al commento di SANDRA che bene è riuscita a interpretare questo tuo sublimare!!!
    Ancora complimenti a risentirci saluti
    EMA

  3. Caro Amico,
    Vi sono ricordi incancellabili, perchè costituiscono la nostra storia, la nostra essenza.
    Riflettere su di essi e ripensare è un dono immenso che la vita ci offre, poichè ci riporta e valutare quali e quanti grandi doni ci sono stati fatti.
    Grazie, Poeta, che di ogni sfumatura fai un capolavoro.
    Un abbraccio.
    anna

  4. Grazie Sandra! Scrivere questa poesia è stato un volo bellissimo. Un abbraccio da Nicolas Antares.

  5. Luci quasi impossibili rimangono dipinte nel nostro cuore dalla mano di chi ha saputo amarci. Peccato a volte siano solo stelle cadenti!

  6. x rosatea: Grazie Carissima, fanno sempre molto piacere i tuoi commenti.
    Un caro saluto da Nicolas Antares.

  7. Una lirica nostalgica ma delicata che riporta alla mente un passato ancora vivido e quasi palpabile…
    complimenti Nicolas
    Angela

  8. Grazie Angela per la tua lettura e per i tuoi complimenti. Un caro saluto da Nicolas Antares.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *