Attimo

Cerco di capire da dove arriva

annuso le mie mani, i polsi,

forse è rimasto nel mio bracciale?

Ma era un attimo

già non c´è più,

il tuo odore non c´è più.

É bastato,

sono già persa,

persa nel desiderio di te,

persa per risentire il tuo odore,

fissalo su me,

non voglio riprovare la sensazione

di non sentirti qui con me,

prenditi tutto di me

ma lasciami qualcosa

per ripensare a te.

 

14 pensieri su “Attimo”

  1. …il colpo di fulmine…
    basta molto poco e con un balzo si scavalca una montagna

  2. Ah l’amore, una gran bella malattia, Tilly.
    Cerca di non guarire e rimanici a lungo.
    Bella. Ciao. sandra

  3. Grazie , anna ,ma non é proprio un colpo di fulmine , ti suona strano se ti dico che l´ho scritta per mio marito?11 anni di matrimonio.

  4. non oso farti leggere cosa ho dedicato al mio di marito dopo 35 anni di matrimonio….
    ma pensa che bello un colpo di fulmine che non finisce mai….

  5. Per anna:Felice di non essere l´unica pazza che crede all´amore eterno, a me piacerebbe tanto leggere quello che hai dedicato a tuo marito , sempre se non si tratta di “cose troppo private”.
    Grazie anche a Sandra.

  6. assolutamente niente di privato, nè di osè, non si addice al mio modo di fare e di essere.
    è il riconoscimento di una vita insieme. il che non è per niente una cosa da poco.

  7. Mi dispiace che tu abbia inteso male le mie virgolette , perché secondo me le cose da tenere segrete sono le sensazioni e non le azioni .Scusa.

  8. leggiti la mia mail (non lo hai ancora fatto?).
    non c’è bisogno di alcuna scusa
    ciao

  9. Credere nella purezza dell’amore non sempre è ingenuità. Dagli e ridagli stimola anche noi a farlo. Brava…

  10. Bellissima piena d’amore… e poi… sentire sempre vivo il desiderio e l’amore… Complimenti.
    Grazia

  11. Grazie, Grazia sei sempre molto gentile . Per la prima volta Laerte mi ha detto brava: grazie mille.

  12. A volte non leggo e non commento per pura pigrizia. Tilly mi piace molto la semplicità della tua scrittura e non solo ti mando un kisssal (bacetto) ma ti abbraccio pure…

  13. Il ricordo ingigantisce il piacere di ciò che si è provato. Ti lascia il desiderio e la freschezza di un’emozione che si rinnova in ogni pensiero.
    Ciao Pabela

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *