Fiera

Nel tuo manto bianco

sei Fiera

regina delle nevi.

Anche tu tigre siberiana

ridotta in estinzione,

dalla avidità dell’uomo

come altre creature

su questa terra.

Distrutto e civilizzato

l’ambiente naturale

dallo sfruttamento dell’uomo,

conducendo a morte certa

le specie animali.

Ma così impoverito

questo mondo che era

meraviglia di vita

a che ti servirà uomo

un domani la terra

ridotta a deserto?



9 Commenti per “Fiera

  1. Carissima, leggo solo adesso.
    Una poesia, particolare, un po’ diversa dal tuo sentire…. bella, vera e ricca di riflessione.
    Complimenti, un caro saluto.
    Sandra

  2. Quando si sente parlare di catastrofi naturali, dico sempre che in realtà per molti danni c’è la mano dell’uomo, poiché costruisce dove non deve, taglia il verde sempre per i suoi scopi e poi si lamenta quando la natura si riprende il suo.
    Se noi la rispettassimo un po’ di più, non ci sarebbero tanti animali in via d’estinzione, né morirebbe tanta gente innocente.
    Complimenti per questo tuo scritto.

  3. Ringrazio; Sandra, Nicolas, Lucia, per avermi letto e condiviso i miei timori e il mio amore per la natura e il nostro mondo, anche come flora e fauna.
    Sarebbe bello imparare il rispetto, per questo meraviglioso dono che è la natura che ci circonda!!!
    Saluti a tutti con affetto
    EMA

  4. “a che ti servirà uomo / un domani la terra / ridotta a deserto?”
    l’immagine della catastrofe contrapposta alla fiera bellezza di una tigre siberiana “regina delle nevi” che invece è emblema di quanto di bello e di prezioso ha l’Uomo sulla Terra e che non sa più apprezzare per salvaguardare anche se stesso.
    Bellissimi versi di grande attenzione e sensibilità.
    Ciao, Ema, grazie.
    Un saluto anche a Sandra, Nicolas e Lucia
    A presto con tutti voi.
    Lucia

  5. Uomo a cosa ti servirà tanto denaro, tanta potenza, tanta ingordigia, se poi ti ritroverai solo su di un pianeta arido senza acqua, senza la bellezza delle piante e soprattutto la bellezza degli animali che lo hanno sempre popolato prima che tu uomo distruggessi tutto per la tua avidità???
    Bravissima come sempre, centrato ancora l’obbiettivo vivo e scottante che ci porta a guardarci dentro e alle nostre azioni e decisioni.
    Baci marta

  6. Ancora ringrazio – Lucia, Marta, Carlo, ed apprezzo la loro sensibilità nei confronti della bellezza che abita la nostra terra, tanto bistrattata dal genere umano, incosciente e ingrato nei confronti del creato tutto!!!
    Un forte abbraccio con affetto, a risentirsi presto
    EMA

  7. Bella e purtroppo tristemente vera, speriamo che l’uomo si ravveda e impari ad amare di più gli animali e la natura e combatta per salvarla, anziché distruggere tutto e uccidersi con le guerre.
    Bravissima come sempre! Un abbraccio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *