Le stanze

Non c’è polvere

nell’ultima stanza,

la mansarda.

Mette tutto a posto

Il vento.

Non crea scompiglio,

porta il profumo della Primavera

e il battito d’ali

della tortora

giovane di allora.

L’Estate poi,

odora di passione e di

giornate al mare

con balli e cinguettii

di bambini.

Io, abito in

Autunno,

con pareti arancioni

e pavimenti di foglie marroni.

L’Inverno è al piano

di sotto.

Si gela.

Farò mettere calore,

molto calore,

anche se,

rischierò i geloni.

Vedrò rigare i vetri

dall’acqua gocciolante

aspettando il nuovo

arcobaleno in un cielo

forse chiaro ma,

senza piume.



14 Commenti per “Le stanze

  1. Ciao, Sandra, grazie!
    Ben ritrovata a te e a tutti in questa “stanza” che é luogo di incontro tra poeti e scrittori.
    Come sempre ci proponi una bella poesia; la mansarda é la nostra mente sempre lucida anche se fuori é autunno e fa freddo.
    Un abbraccio
    e a presto.
    Ciao, Lucia

  2. Ciao Sandra, la tua poesia è molto bella, nel tuo stile fantasia, delicata e intimistica.
    Osservatrice del modo delle cose, con saggezza e sensibilità!!! BRAVA!!!
    Ti salto con affetto e ti abbraccio
    EMA

  3. Stagioni, squarci di vita, immagini di memorie, sentimenti che si avvicendano nei versi accompagnando sensazioni e speranze.
    Una donna, la sua vita!
    Ti abbraccio, come sempre, come quando con poche parole ci capiamo al volo senza sbagliare.
    a.

  4. X Sandra
    Sì… è vero, un Autunno di piacevoli incontri!
    A presto.
    Lucia

  5. X Ema,
    ciao e ben ritrovata!
    A presto leggere e commentare.
    Ciao, Lucia

  6. Quando la poesia si eleva su vette magnifiche! Un volo continuo, con la consapevolezza serena del vivere nella propria stagione. La chiusa, per me, è semplicemente sbalorditiva, bellissima. Bravissima Poetessa. Un carissimo saluto da Nicolas Antares.

  7. La speranza é parte dei nostri pensieri e accompagna i nostri passi.
    Che le tinte autunnali siano inizio verso la rinascita di idee nuove.
    Ciao, Sandra,
    grazie, Lucia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *