Cosa cerco?

Cosa cerco?

Cerco qualcosa che non esiste.

Un giorno, un pensiero, un cuore

che potrebbe arrivar dal cielo

in fondo all’orizzonte;

un sogno che mi fa sentire bene

che mi piacerebbe avere qui

e non so neanche se lo vorrei.

Cerco di vivere come chiede il mio tempo

sempre sincera ma forse un po’ ingenua

in mezzo a pensieri più grandi di me.

Sapendo che poi anch’io capirò

e tutto questo sarà molto leggero.

Ma oggi è una guerra,

un tremendo uragano

che spezza i miei teneri nervi d’acciaio.

Cerco qualcosa,

qualcosa di buono

e comunque vada

ho la speranza che corre con me.



9 Commenti per “Cosa cerco?

  1. I sogni, le speranze, sono compagni di vita, dove ci porteranno non si sa?
    Mai ci abbandoneranno, ben lo dici POETA in questa tua confessione di paure e gioie.
    Sempre felice di leggerti, ti saluto con affetto e ammirazione
    EMA

  2. A volte cerchiamo ciò che è già dentro di noi. Cerchiamo quel sorriso che non riusciamo ad avere, quella carezza che non sappiamo dare, quella parola che vorremmo ascoltare e che vorremmo dire. La ricerca del bene porta con sé quel sentimento di speranza che sa aiutare nel vivere i nostri giorni, spesso così labili e fugaci nel loro evolversi e il sogno rende reale ciò che è immagine della mente.
    Grazie, Nicolas, per questo bel componimento e per queste occasioni di lettura e condivisione di pensieri.
    Un caro saluto e a presto.
    Ciao, Lucia

  3. x ema e Lucia: grazie innanzitutto per il passaggio di lettura e l’approfondito commento. Ho immaginato, al femminile, quelle che sono le domande, spesso senza risposte precise, che le adolescenti si pongono. Avendo una figlia di 11 anni è stato più facile.
    Un caro saluto da Nicolas Antares.

  4. Anch’io sono sempre alla ricerca…
    E spero sempre…
    Qualcuno pensa che io sia un’illusa, ma non posso smettere di cercare e di sperare.
    Grazie, Poeta!

  5. Grazie Anna, allora… siamo due illusi!!! Un abbraccio da Nicolas Antares.

  6. Cerchiamo noi stessi tutta la vita. Una ricerca senza fine.

    Grazie poeta. …

  7. x Davide: grazie carissimo Davide! È da un po’ che manchi… bentornato. Un caro saluto da Nicolas Antares.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *