Dolore

Dolore lungo i fianchi

in quei percorsi lunghi,

strattonati,

affiancati da fame e stanchezza.

Amore lungo i fianchi

con la speranza

per un posto nel Mondo

dove dare il bacio ad un figlio,

a un amore, al caldo,

sotto un cielo di lampi

ma, senza spari.

Per cammini interrotti,

non lacrime,

ma,

pensieri di pace.



7 Commenti per “Dolore

  1. Talvolta il dolore dell’anima è talmente lancinante che non lo si averte nemmeno e scivola giù come una cascata di pensieri. Talvolta il dolore che investe le membra è paralizzante, impedisce persino di pensare mentre i morsi della fame non danno tregua. La carezza dell’amore talvolta è cosa vana, la parola amore in ogni dove è unguento e lenimento a tutti i dolori e a tutti gli affanni.
    Per questo e altri motivi i “pensieri di pace” devono entrare a far parte delle parole di ogni giorno, se l’Uomo vuol recuperare il significato della tenerezza di un bacio e del tepore di una carezza come la bontà di una buona parola che sa aiutare e pronunciata al momento giusto.
    Grazie, Sandra, per i tuoi versi sempre puntuali e molto sentiti.
    A presto con un caro pensiero.
    Ciao, Lucia

  2. Si Sandra, perché è così che dovrebbe “girare il mondo”. Ma i migranti lo sanno. Sanno che non è cosi. I loro lunghi percorsi della speranza per sfuggire ai cieli di lampi maligni non sempre portano verso buoni lidi perché spesso li sorprende la morte. Brava poetessa, anche questa volta la tua penna eclettica si distingue per l’eleganza e la profondità del contenuto. Un caro saluto da Nicolas Antares.

  3. Complimenti POETESSA per la bellezza e la chiarezza, in questa situazione molto dura, così ben descritta nella tua bella poesia, tempi amari di dolore, si spera in un futuro migliore, chi sa?
    Saluti di caldo affetto e tanta ammirazione, a rileggersi
    EMA

  4. X Nicolas
    Sono abituata a immedesimarmi nelle cose e nelle persone e non so guardare altrove per sognare grandi cose, so guardare la realtà e i tempi in cui viviamo, non certo per il così detto -buonismo- ma per coscienza e so di essere fortunata per il solo fatto di essere nata da una certa parte del mondo anziché da un’altra. So che non ci sono buoni lidi, come tu dici, ma spero che qualche viaggio di speranza e di pace sia esaudito e che a sorprendere sia la vita e non la morte, per chi non ce l’ha fatta, pensieri di pace.
    Grazie, carissimo Poeta, a leggerti presto.
    Sandra

  5. X Ema
    I sogni e la speranza, come sempre dico, cara Ema, sono libertà mentali che l’Uomo possiede e che, a mio avviso, deve esercitare al meglio.
    Grazie. Ti abbraccio forte.
    sandra

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *