Accanto a te

Mio infinito amore, stai ascoltando?

Sei ancora qui accanto a me?

Non andartene ancora dal mio mondo

resta un poco qui con me.

 

Grazie, mio grande amore,

di avermi dato la tua ingenuità.

Aver creduto che restando insieme a me,

era giusto, era la verità.

Senza dire niente ti bastava stare là.

Accanto a me, insieme a me.

Ora, qui, sono solo senza te,

ora qui sento la mia vita sfumare,

aspettare, non sapere perché.

Non berrò più dal tuo bicchiere.

Per che stare qui ad aspettare.

 

A piedi nudi ogni notte camminare,

il piede sulla tua impronta poggiare,

urlare incolpando il destino.

Le mie lacrime la tua foto bagnare.

Mai più sentirò la tua voce.

Eri tu il mio sole, la mia radice,

sono come l’albero che morirà,

se la tua acqua più non berrà.

Grazie, mio infinito amore,

di aver donato la tua vita a questo cuore.

 

Anche domani sui tuoi passi camminerò,

sotto quell’Albero del silenzio tornerò,

il freddo marmo con la mia mano accarezzerò

e sarò li, vicino a te, insieme a te.



1 Commento per “Accanto a te

  1. La morte è difficile come solo pensiero figuriamoci poi averla incontrata perché, ladra, ha portato via i nostri affetti. Restano i ricordi e con loro i nostri passi silenziosi, uno dopo l’altro.
    La nostra vita è programmata dalla nascita, e a questo pensiero, ognuno cerca il suo volo.
    Sandra

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *