E tu dimmi

E tu dimmi

passeggero, qualcosa dimmi

del mio dolce Amore,

lo sguardo splendido in qualche contrada

avrai incontrato.

Era schietto, amava il fratello,

l’universale dolore condivideva.

Era lui l’Amor mio,

l’unico amore che vivrà nel mio cuore.

Confidami viandante

se gli occhi posa la sera,

quando la forza abbandona,

su quest’anima persa.

Ho tempo ma non ho vita,

fenditura intravedo

appena al Signore mi dono.

Parole forse vuote

ma non per Lui che per mano mi prende

e con amore in distese segrete mi conduce.



4 Commenti per “E tu dimmi

  1. Dolce e malinconica. Le parole, a mio avviso, non sono mai vuote se a parlare è il cuore.
    La mente conserva l’anima di ogni bene in ogni angolo di strada e in ogni pezzetto di cielo in cui alberghi una stella.
    Sandra

  2. Come una preghiera la poetessa, ci racconta storie che sono cronaca, amarezze e speranze, in un mondo di caos.
    Forse un domani sarà migliore!!!! Questo ci auguriamo, ora leggiamo queste belle righe di poesia.
    Saluto a rileggerci presto
    EMA

  3. Sei gentile, Sandra, ho molto gradito anche il tuo bel commento.
    A presto, Maria Rosa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *