Ipocrisia

Quanta gente ho conosciuto

Quante mani hanno stretto le mie

Quanti sorrisi,

Quanta ipocrisia intorno a me

Che ci ho provato

Sai ho provato a portare la maschera

Ne ho messa una

Per ogni occasione,

Ma dopo un po’ perdeva il colore

Si sbiadiva e ritornavo di nuovo

Naturale!

Il mio viso

Quello che tutte le mattine

Mi guarda da uno specchio

E mi sussurra lascia stare

Mi dice non cambiare

Non cambiare dentro

Io l’ascolto vado avanti,

Ma quanta fatica

Quanta solitudine,

Che mi porto dentro

Pochi amici, poca stima…

E questo solo per non morire

In questa assurda ipocrisia!

 

11 pensieri su “Ipocrisia”

  1. Forse puoi provare ad usare un po’ di “diplomazia” a volte la vita lo richiede… ma sii fiera di essere vera e naturale perchè queste sono doti che alla fine ripagano sempre
    Ciao Elisa

  2. Essere se stessi e sinceri sempre è il miglior modo di porsi agli altri.
    Un proverbio dice: “meglio soli che male accompagnati”…

  3. É bello avere tanti amici intorno che ti vogliono bene e che ti apprezzano…… ma per quello che sei.

  4. Grazie per i graditi commenti, ognuno di voi ha detto una cosa diversa ma tutti e tre avete espresso un concetto che condivido, la prima è che effettivamente devo essere più diplomatica, cosa che molte volte mi riesce difficile, imparare a stare bene con noi stessi, la seconda e la terza è quella che mi sta a cuore, è bello avere tante persone che ti apprezzano per quello che sei
    ma come è difficile trovarle! Un caro saluto.

  5. Ciao Nuvola,
    nella tua poesia esprimi una delle tante verità della vita, che spesso vanno contro al nostro sentire. Sono le lezioni più dure da apprendere, anzi spesso si finisce per accettarle ma mai condividerle. Una cosa posso dirti per esperienza e cioè che spesso, chi più si trova in difficoltà nel rapporto con gli altri, non è ‘una macchina difettosa’, ma solo un vero essere umano in mezzo a tanta artificialità e scarsa attenzione per i sentimenti. Purtroppo questo è il mondo, questa è la vita. Ma finirai per comprendere come io ho fatto, che essere diversi, essere in minoranza può divenire una forza. Non si scrivono le cose che tu scrivi, se non si possiedono profonda sincerità e tanta voglia di urlare al mondo ‘qualcosa’. Ecco, proprio quel qualcosa ti distingue e ci distingue dai più. Un dono che iniziamo a comprendere, nel momento in cui intraprendiamo la propria ‘via’. Ed è percorrendo quella strada, solo quella, che incontrerai i tuoi simili. Inizierai ad apprezzare in qualche modo quel qualcosa, che ti distingue e che fa di te, un essere prezioso.
    Un saluto, Paolo.

  6. Grazie Paolo le tue parole sono preziose! rifletterò su quello che hai scritto.un saluto anche a te!

  7. Stupenda, hai colto nel segno la realtà dell’ipocrisia, purtroppo in questo mondo te ne offrono ogni giorno su di un piatto d’argento, ma vai avanti per il tuo percorso, segui quello che l’istinto ti dice e credimi ho mezzo secolo, e di remoto sulle spalle ne ho da vendere, ma guardo al presente, e guarda dentro il tuo cuore, la tua anima l’unica vera amica che mai ti tradirà. Ti dirò di più, se non ti dispiace la userò sul mio space, è la mia realtà fresca del momento. ciao da luisa

  8. Una lucidità così fiera, non l’ho mai letta, tra le righe di una poesia che parla di un carattere forte che odia l’ipocrisia. Brava!!
    Sai, io la penso come te e non c’è posto per gli ipocriti nel mio cassetto della “considerazione”.
    Molto bella.
    Ciao. QS-TANZ.

  9. Ci hanno fatto credere che questo sentiero che stiamo percorrendo sia quello giusto. Stiamo vivendo un esperimento che mai nessuno ha provato. Oggi possiamo dire che la vita vissuta in questo modo non ha senso. Siamo caduti in un abisso che pian piano ci sta inghiottendo. Combattere il potere è una guerra persa in partenza, ma forse tra un po’ si ucciderà con le sue stesse mani, e potremo ritornare ad assaporare la nostra vita veramente. Restiemo vivi, ci sarà bisogno di persone ricche di pensieri e sentimenti. Grazie di esistere

  10. Possiamo iniziare con piccoli passi per combattere l’ipocrisia… basta iniziare con il primo passo… il primo … rifiutandola! Anna

  11. Salve a tutti/e, sono Lucy,
    ho appena letto questa poesia.
    Mi ha colpita molto, si perchè ha colto nel segno…
    proprio oggi ho chiuso con degli “amici” si almeno io li consideravo tali… e mi sento anch’io come la persona che ha scritto questa poesia “sto male” perchè da poco ho scoperto quanta ipocrisia a volte può nascondersi dietro alla parola “amicizia” e quando te ne rendi conto ti senti crollare il mondo addosso… e ti senti proprio come descritto in questa poesia… è inutile chiedersi ma perchè? dov’è che sbaglio? dico il vero e pensano che menti… perchè? io ho un modestissimo forum su forum free… ho conosciuto molte persone buone, brave ma anche false e cattive… un giorno si presenta un utente… una che considero o meglio consideravo “amica” mi dice attenta a quella persona è uno che si spaccia per un’altra persona, uno che si diverte a creare e distruggere i forum… io dissi per ora lo accetto e lo terrò d’occhio se si comporta male saprò agire di conseguenza… oggi vengo a scoprire che questa mia amica ora è amica di quell’utente che prima ha criticato, ora sono amici, ebbene quello che lei disse a me di lui ora lei ha detto a lui che le ho dette io e lui crede a lei e non a me… ora mi chiedo, a parte il mio cuore spezzato, chi è l’ipocrita in questa storia? lei che ha fatto passare me per bugiarda o lui che ha dato credito a lei? Io penso che sono tutti e 2 ipocriti. Voi cosa ne pensate?
    ps. posso postare questa poesia nel mio forum? naturalmente rispettando annessi e connessi… grazie… e complimenti all’autrice di questa poesia!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *