A che giova

Se un raggio di sole

imbiondisce il grano

e il mio corpo

impallidisce in carcere?

Se la pioggia

l’aria purifica

e il mio respiro

luce non scorge?

Se il fiore

inonda col suo profumo

e divieto mi è fatto

di cogliere l’essenza?

Vita ristretta

e normalmente valutata!

4 pensieri su “A che giova”

  1. Molto bella. Vita ristretta… Il carcere non è luogo per degne persone, tuttavia, anche per il recupero di una persona dovrebbe esserci uno spiraglio di luce.
    Sandra

  2. Le contraddizioni…
    Le valutazioni…
    I punti di vista…
    È vero : solo chi vive una certa esperienza può riferire in merito; se, però, tutto è comprensibile, non tutto è giustificabile.
    Credo che in questa presa di distanza ci sia poi la salvezza personale.
    a.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *