Addio

Gli anni passano come foglie spazzate dal vento.

L’età si ricurva su noi stessi.

E ad un tratto ti accorgi di non essere niente,

ti accorgi che la vita non sa più di niente.

Allora ti sorge un dubbio;

se sei mai esistito,

se hai mai vissuto.

Ti metti a cercare con frenesia,

sempre più convulsamente,

sempre più disperatamente.

Niente!! Non c’è nulla che vale,

non c’è qualcosa per cui restare,

niente e nessuno ti dà prova di te.

Infine alzi gli occhi e vedi un Cristo alla parete.

Ecco forse lui può spiegare,

forse è in grado di ricordare.

Adesso sembra sorrida.

Mi chiama, m’addita;

e se non fossi pronto al tribunale???

Come, quando, perchè

Addio…

 

2 pensieri su “Addio”

  1. Molto bella e triste, mi auguro di cuore, che ciò che hai scritto non rispecchi il tuo stato d’animo.
    Grazia

  2. Anche io pensavo così e ho scritto anche una poesia ma poi mi sono accorta che qualcosa in fondo l’ho avuta: LA VITA. Sarò banale ma credo che spesso ci dimentichiamo di averla.
    Ciao. Ligeja

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *