Grazia, vita donata

Primavera s’avvicina

fra nuvole ti cerco

slega la mente il tepore dai gelidi pensieri

nell’aria distendo il cuore

porgendoti la mano.

Non ho parole, il respiro mi tradisce,

devasta la malinconia,

tu sei lontana, indimenticabile sorella,

e io più non sono.

Salgo veloce le scale, avanza di te il silenzio

innalzo lo sguardo, sorridi e mi parli.

“Cerca la pace, abito nella luce,

dove tutto è gioia, e Grazia senza fine”.

 

L’ 11 marzo 2015, è volata in Cielo.



4 Commenti per “Grazia, vita donata

  1. La penna e il pensiero scritto sono armi formidabili per combattere stanchezza, malinconia e ombre fitte come ragnatele. La risposta l’hai data da te… chi abita nella luce ha la pace, noi terrestri non possiamo vedere ma, possiamo sentirne la vicinanza. La serenità dovrebbe essere mescolata all’inchiostro.
    Sandra

  2. Le tue splendide parole mi sono di gran conforto!
    Grazie Sandra e un abbraccio.

  3. Ho apprezzato molto questo epicedio. L’affetto resta fermo e sospeso a proteggere la lontananza che è temporanea, per chi crede, annullando quasi il dolore del distacco.
    Un abbraccio, cara amica.
    Anna Maria

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *