Sono un bambino

Sono un bambino

ma ho imparato presto che sono sopratutto un africano.

La gente mi guarda, mi osserva

come se non fossi umano.

Eppure stesso è il cielo,

stessa è la terra,

stessa l’aria che respiriamo.

Ho un cuore che batte,

occhi che piangono per questo assurdo ed ingiusto confronto.

Ho un’anima,

un’anima anch’io

e vi prego di amarci come ci ama Dio.

 

5 pensieri su “Sono un bambino”

  1. É proprio bella , é cosí semplicemente giusta che la voglio leggere a mio figlio .

  2. Ma…, credo che oggi la gente che guarda un africano, come se non fosse umano, sia veramene minima, può forse guardare con sospetto, perché purtroppo siamo in un mondo, indipendentemente dal colore della pelle, in cui ad essere poche sono le degne persone, ma questo non centra niente con la diversità. Quella, per fortuna, sta entrando nella normalità.
    sandra

  3. Molto bella. Purtroppo l’africano come qualunque straniero è visto sempre con sospetto per i pregiudizi che affollano la mente delle persone senza riflettere se ci sono le basi per pensarlo. Ormai si pensa che quando un extracomunitario è deliquente anche gli altri lo sono, quando non è vero e quanti ho sentito parlare di loro in questo modo… tanti.
    Ciao. Ligeja

  4. Caro amico, un bambino non sei più lo si legge ed avverte nel tuo scritto. Ma l’idea di farne le veci è preziosa. Poichè loro ancora ‘non sanno’, non sanno quanto il mondo è ingiusto, non sanno che nessun Dio li proteggerà. Non conoscono ancora l’animo umano e le assurde sentenze che spesso genera e degenera. Sei uno di noi. Chì ha detto che Dio era un bianco?, ‘suo figlio’ non lo era, anche se tutti lo identificano come tale. Un semplice giudeo, magari basso, con barba incolta e neppure tanto bello da guardare. Siamo noi che a posteriori ‘costruiamo’ immagini a nostra sembianza e comodo. Ciò che conta è come dici tu, l’anima, non l’aspetto esteriore. Purtroppo viviamo una realtà che fa dell’aspetto un dogma da cui non poter prescindere. Bellezza=successo, purezza, creazione suprema, inalienabile, pari solo all’ignoranza che ci contraddistingue tutti, nessuno escluso. Io sono bianco, ma ciò non scaccia le paure, non serve a sollevarmi oltre quel muro che ci separa dalla ragione. Non mi sento a mio agio coi miei simili. Sii uomo ed abbi coraggio, solo questa è la tua arma.

  5. ciao,
    sono massimiliano, ho letto questa poesia, e mi piace molto, ha un bel significato, e mi piacciono le parole. bravo a chi ha scritto questa poesia.
    ciao
    massimiliano

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *