Mi vivi nell’Anima

All’infinito guardo la notte
che fine non promette
a te mi accosto nella preghiera
mi parli io non sorrido
inutilmente scorre la vana esistenza.

Allaga il volto inonda il pianto
anche il cuore smarrito e sconfitto.

Di tutto padrona è la morte
dolore sparge a dismisura
mentre dialoga in ogni piega dell’anima.

Non consente respiro
polvere di cenere ricopre le sue lunghe vesti
fuori la stagione dei fiori
ammanta di fragranze ciò che trova.

Fuori io non scorro
nemmeno il pianto s’affaccia.
Mai nessuno rubarmi potra la tua essenza,
amor mio,
mi vivi e rivivi nell’anima.

Da “Anima di corallo” 2015



4 Commenti per “Mi vivi nell’Anima

  1. Bellissima poesia. Non accettiamo la morte né nell’anima e neppure nella testa. Il cuore, organo sublime accoglie la nostra amarezza abbracciandola stretta. No, l’essenza di una persona cara non la può rubare nessuno perché in un certo senso alimenta la nostra vita e il ricordo la scalda. Non ci resta altro, fino al prossimo incontro.
    Sandra

  2. Grazie infinite, Sandra, il tuo commento mi consola! Un abbraccio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *