Voglia…

Avevo voglia di tepore

Che nella grigia stanza non trovavo

Colma com’era

di ricordi ed ossessioni

D’amore e passione.

Avevo voglia di colore

Di un bacio rubato senza cuore,

Di mani calde senza timore

Di scommesse folli e non false promesse d’amore.

Lui era lì,

sul ciglio della strada semivuota:

Un istante ed uno sguardo

Che valse forse una vita,

Una sfida, un rischio

Un palpito di cuore che tolse il respiro:

Un bacio azzardato, voluto,

impazzito ad uno sconosciuto

Dagli occhi di ghiaccio

E le labbra di fuoco.

Un pensiero su “Voglia…”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *