Come foglie d’autunno

Ti verrò a cercare

In tutte le notti più buie…

Verrò dentro sogni di paprika e di miele

Per fare l’amore e sentirti ancora mia….

Per riaverti come eri…

Per riaverti come fummo ieri…

Quando distesa accanto a me

Ti guardavo pensando che

Inconsapevolmente tu

Ignoravi perfino che

Nemmeno il mare mai potè

Vantarsi di essere bello quanto te…

 

Se fossi poeta,

Se fossi maledetto e visionario,

T’avrei incantato con parole roboanti…

T’avrei stupito con immagini rutilanti…

Con parole scolpite per sempre nel tempo…

Ma i miei versi avevano forza solo d’amore

E ora che amore più non è

Restano solo parole nel vento

Che più orecchie non odono

Che più anime non riscaldano

Sparse come foglie d’autunno

Su viali affollati 

Che tu calpesti frettolosa e distratta….

 

9 pensieri su “Come foglie d’autunno”

  1. Mi é piaciuta. Un inno ad un amore ormai a senso unico. Conserva questi sentimenti e queste parole per colei che le saprà ascoltare.
    Ciao. sandra

  2. l’amore finito lascia ricordi bellissimi e l’amaro in bocca….
    la vita è così.

  3. Sicuramente sara’ stato un grande amore…..
    conserva questo grande sentimento per chi ti meritera’!! bellissima.
    Grazia

  4. Complimenti vivissimi merendero.
    Piace molto anche a me scrivere, ma la tua poesia è qualcosa di superbo e squisito.
    Complimenti veramente. Complimenti ancora

  5. Ti ringrazio tantissimo per i complimenti e ti auguro una serena Pasqua.
    Grazie ancora

  6. Sei veramente bravo!!! è molto bella questa poesia… complimenti!!! Un augurio.. Vanni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *