Al caffè

Ogni mattina, prima delle otto,
nel bar Haiti, quello sotto casa,
l’umanità diversa sfila puntuale:
Luca e la mamma
che vanno verso scuola,
il signor Brambilla
che porta a spasso il cane,
il ragionier Marasca
che pensa all’ICI e all’IVA
e occhieggia Marta,
impiegata tuttofare.
Paziente, Carlo
prepara i suoi caffè
e i cappuccini fumanti,
promessa di un buon giorno.
Un saluto veloce,
un sorriso frettoloso
ed ecco Laura,
aspirante parrucchiera,
con la signora Ivana
che parte per New York.
Ognuno è un mondo,
ognuno ha la sua storia.
Seduta, sfoglio il giornale del mattino
e sorseggio un tè,
senz’altro fuori orario.
Mangio un cornetto
(“Alla crema, per piacere!”).
Osservo e penso
che sono meno sola.

 

6 pensieri su “Al caffè”

  1. Il più bel peccato di gola, avviene al mattino. E’ giusto così, dico io, perché una si deve gratificare per la battaglia di tutta la giornata, e per favore, Signora Glicemia, fiumi di Trigliceridi, Mr. Colesterolo, fatevi una passeggiatina per conto vostro e … chiudete un occhio, magari tutti e due.
    Ciao. Sandra

  2. Bella! Li ho visti entrare ed uscire dal bar. Cornetto con la crema… come mi manca! Grazie anna, ora ho l´acquolina, un abbraccio. Tilly

  3. Anche io ho visto tutti entrare e uscire dal bar,
    io ormai non ho bisogno di ordinare, mi arriva il solito buon caffè.
    Grazia

  4. vi ringrazio per l’assiduità con cui seguite ciò che scrivo e per la gentilezza con cui commentate.
    qualcuno mi ha chiesto qual è la logica che mi ispira negli scritti e nelle poesie che toccano gli argomenti più diversi.
    la risposta è molto semplice: mi interessano gli esseri umani, tutti, senza distinzione di età ed appartenenza sociale e i rapporti che li legano nelle più diverse sfaccettature.
    osservo da sempre situazioni e comportamenti e mi misuro con gli altri alla ricerca di ciò che unisce e non di ciò che divide.
    talvolta registro grandi fiaschi…..

  5. E’ bello riuscire a mettere in poesia la vita quotidiana, con le sue caratteristiche, tutti i suoi personaggi… come sempre molto brava Anna.
    C’è da ringraziare te, che condividi con noi il tuo entusiasmo per la vita e la tua capacità di metterlo su carta. Osservare è una grande occasione…
    Un abbraccio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *