Non so proprio il perché

Sono a casa…

sono solo e mi viene da pensare.

Mi dedichi una canzone, e non so perché.

Mi chiami quando è un po’ che non mi senti,

e non so perché.

Non so più nulla…

non so cosa voglio essere…

non so chi sono stato…

non so se sarò per qualcuno.

Non so chi sei tu

che navighi impunemente di tanto in tanto

tra le stanze  della mia anima,

aprendo e chiudendo porte

gelosamente sigillate.

Una cosa, forse, la so.

Sentire la tua anima inquieta

agitarsi dentro di me,

dà stranamente stabilità e sicurezza

alla necessità soffocante che ho

di essere per qualcuno.

Buona notte piccola.

2 pensieri su “Non so proprio il perché”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *