Davanti a noi

Ho preso tanti legnetti…
Ti sto accompagnando giù dalle scale che portano alla spiaggia, grattano un po’ ma tra poco sarai mia per qualche ora.
La sabbia è fredda e umida, i piedi diventano più rigidi e ti prendo per mano per portarti lì in mezzo, dove ho appena disposto i legni ad orologio e li accendo con l’accendino che ho rubato dalla dispensa di casa.
Davanti a noi tanto, troppo mare, un paesaggio tanto suggestivo quanto reale e ti rimarrà nella testa questo dolce suono che ci culla.
I tuoi occhi si specchiano nel fuoco appena acceso e vedo un mezzo sorriso che si apre sul tuo viso, sento in me il sapore delle tue labbra contro le mie, fissi il mare ma non guardi me.
Alzi appena la testa e mi lanci una piccola occhiata, dolce e perentoria, decisa. Non lascerò che il tempo lo cancelli.
Voglio quello sguardo vergognoso ed emozionato.
E non c’è rimedio al mio disordine speciale, non posso stare senza e non posso non chiederti se vuoi perdere del tempo qui con me.
Da tanto tempo non ti vedevo così felice. Sanguino, ma tutto questo rosso è per te…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *