Veleno

Ascoltai parole

sanguinose verità

che uccisero l’anima

 

Vidi freddezza

e distacco e fui

nient’altro che il nulla

 

Toccai solo un istante

emozioni finite

sulle mani tue ruvide

 

Capii che finirono

scene di un film

solo nostro

 

Mi accorsi dopo

forse tardi

che sei il mio veleno.

 

4 pensieri su “Veleno”

  1. un fiume di emozioni ritmate dall’essenzialità di parole che circoscrivono un sentimento di cui solo il poeta conosce il limite.
    mi piace questo modo di poetare che scolpisce l’idea.
    ciao
    anna

  2. Sicuramente altamente poetico, ma qualche virgola e qualche verbo nella giusta coniugazione avrebbe reso ancora più grande. Complimenti, ma avrebbe suonato mooolto diversamente se: “ascoltai parole, sanguinose verità.” E: “mi accorsi dopo, forse tardi, che eri il mio veleno.” saluti…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *