Troncamento. Senza Apostrofo

Il Troncamento è la caduta della sillaba o della vocale finale della parola, senza che sia necessario apostrofare.
A differenza dell’Elisione (che può avvenire solo davanti ad una parola che inizia per vocale) il Troncamento può esserci anche quando la parola seguente inizia per consonante.
Quando una parola subisce il Troncamento, è detta “tronca”.

Alcuni esempi:

qual buon vento,
qual è il senso di ciò,
un buon amico,
nessun altro,
fior di pesco,
il far assegnamento …,
un gran bel sogno,
signor Antonio.

Dagli esempi qui sopra riportati, si deduce la profonda differenza tra Elisione sempre indicata dall’apostrofo e Troncamento, sempre senza apostrofo, tranne in alcuni casi. 

Alcune eccezioni in cui il Troncamento richiede l’apostrofo: 

po’ (sta per “poco”)
es: dammene un po’

mo’ (sta per “modo”)
es: a mo’ di …

Imperativi monosillabici: da’, di’, fa’, sta’, va’