Un giorno sprecato…

Dopo una notte di tuoni e pioggia, mi sveglio ed esco per la solita marlboro.

Mentre fumo, alzo gli occhi e vedo le nuvole che scorrono spinte dal vento.

Dove andranno a finire queste nuvole?

Comincio a pensare che arrivano tutte nello stesso posto unendosi tra loro.

Ma no, non può essere, che posto sarebbe? Chi vivrebbe in un posto così?

Non resisto, il dubbio, la curiosità mi portano alla macchina per seguirle. Spingo al massimo, curva dopo curva, sono deciso, devo raggiungerle, la mia testardaggine me lo impone.

Guido come un matto per più di tre ore ignorando la luce nel retrovisore, scansando la gente per strada, dribblando di tutto, non badando anche alla spia gialla del carburante.

Non posso fermarmi ora, devo seguirle …. le sfioro.

Mentre tutto mi scorre dietro sento la macchina tossire. Merda, è finita la benzina!!

Ci sono quasi però, vedo quel posto, lascio il sedile e inizio a correre.

M’infango, ho graffi sulla pelle, sputo il mio sudore, le vedo allontanare.

Sono al limite.

Un forte dolore al fianco e crampi ovunque mi stendono per terra, sono sfinito, esaurito in tutte le mie forze, riesco appena a muovere gli occhi, occhi che punto verso l’alto chiedendo aiuto ma non udendo alcuna risposta, occhi che trovano vita in un sole meraviglioso.

Ho sbagliato a seguir le nuvole, ho soltanto sprecato una bellissima giornata!!!

 

5 pensieri su “Un giorno sprecato…”

  1. morale:
    non è sempre necessario avere tutte le risposte.
    bella considerazione finale!
    soprattutto pensando che io vedo nuvole da un mese e più….
    ciao anna

  2. Io non rincorrerei mai le nuvole, portano solo acqua e bufera, rimarrei incantata a farmi baciare dal sole. Peccato che da un po’ di tempo, faccia il prezioso e non abbia voglia di baciare nessuna….
    Sandra

  3. Finalmente una lirica che non sbava di amore per il proprio partner, ben vengano centomila di questi scritti. Cmpl…….

  4. Sarei stata “stupida” come te, le avrei seguite anch´io. Bello, veloce, ben scritto e con diverse chiavi di lettura.
    Bravo
    Tilly

  5. grazie a tutti per aver commentato il mio racconto.
    Quelle nuvole sono i perchè e la ricerca di un senso ad ogni cosa, in passato ho perso tempo ad inseguirle. Dico bene perso tempo, perchè la vita e le emozioni sono indomabili e con le più svariate sfaccettature, ora penso di aver imparato a volare……

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *