Bianco

Estasi pericolosa

Amore la tua assenza.

In fondo la notte

Scura comunque passava,

E le ferite del nulla

A volte smettevano di far male,

Ma ora, non ho più lacrime.

Il mio angolo di solitudine

Ti piange, feroce angelo

D’inesistente bellezza,

Ti piangono le mie illusioni

E tutto quell’amore

Che d’incanto si nutriva

E suicidava spontaneamente

L’anima alla passione.

 

3 pensieri su “Bianco”

  1. “l’amore che spontaneamente suicida l’anima alla passione” è un concetto talmente denso di significati e, come verso, efficace nella sua brevità, che sarebbe bastato per un’intera poesia.
    complimenti!!!

  2. A me non piace molto. E’ una poesia profonda, alla quale l’autore ha infuso sentimento, ma non rientra nei miei “parametri”. Mi spiace….

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *