Certe lune

Certe lune

si spogliano alla sera

rarefatte in liquidi sentori

nascosti sotto pelle dorata

lasciano tracce tremule

 

candidi fiori

stampati su pareti

gemme imprigionate

nell’ansia crescente

del godimento

 

Certe lune

sanno di noi

e di bocche spossate

e mani e stanze vuote

dove si rifugiano venti

 

sottratti alla tempesta

e parole alla deriva

in oceani mossi

da quell’amore

che dilania feroce l’anima

 

Certe lune

vivono in fondo a pozzi

dimenticate abbandonate

raccolgono sogni

e cantilene

 

nenie dell’oscurità

di viscere e silenzio

e da calici

di ferro e rame

dove vive intatta la verità

 

3 pensieri su “Certe lune”

  1. Bellissima poesia, ha il fascino e il senso, colorato di bianco e veli, del paesaggio gotico; fiori, sfumature, paesaggi inglesi e mitiche eroine.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *