Il rosso di noi

Ci sono albe

che hanno sulla pelle

abbracci di oleandri

e foglie arrossate

dall’addio feroce della notte

 

Scorro sul tuo corpo

come pioggia battente

inspirando cortecce d’onice

che incido sui rami scuri

delle tue braccia

 

Scopro il rosso di noi

di baci come orme

di fuoco

e lingue tenere di rugiada

dove sciolgo perle nere

 

Ci sono occhi

che hanno suoni di cicale

e mormorii di viole

Ci sono albe

di topazio

 

dove l’ombra s’addormenta

esausta

su letti inceneriti

dal silenzio

e parole appena pronunciate

che assordano l’amore

 

5 pensieri su “Il rosso di noi”

  1. ..parole appena pronunciate che assordano d’amore… che bella espressione! Complimenti per la poesia

  2. concordo con GiuseppeAntonio.
    una poesia ricca di immagini suggestive e permeata di passione.
    ricercato il linguaggio e attento alla sensazione che vuole riprodurre.
    mi piace sempre ciò che scrivi
    anna

  3. Mirella è sempre bello leggerti, ho letto un’altra tua poesia e l’ho trovata bella, anche questa è piena di tinte di colori e mi piace l’accostamento delle cose e degli oggetti naturali insieme alle emozioni; le albe ‘agganciate’ agli oleandri e questo impasto di colori e di cose; il “rosso” alle perle nere. Brava.

  4. C’è una intensa fantasia e immaginazione in questa poesia e accostamenti che traggono ispirazione dalla poesia che è insediata nel poeta, immaginazione naturale (cioè tratta dalla natura) e solitaria perchè asciugata di normalità. brava.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *