Triste e stanca

Il tramonto si perde

nel buio della notte

e rimane il vuoto

 

Straripante

del niente

del nulla

 

Fardello pesante

sulle fragili spalle

di una donna

che ama

 

Vuoto che strazia

emozioni

tarpando

le loro ali

 

Scrigno

è il cor

unico rifugio

per la loro salvezza.

 

6 pensieri su “Triste e stanca”

  1. è di notte che sentiamo il rumore dei nostri desideri, alle volte troppo assordante se non realizzati, non ancora realizzati. Ma non c’è solo buio e vuoto, ci sono anche le stelle, la luna e il respiro del vento e anche il tuo respiro. e tutto è ancora possibile perché si possa provare un’emozione. Ciao.

  2. Forse è proprio la notte che ci permette di dare spazio alle nostre fantasie e ai nostri sogni.
    Perciò è, forse, proprio durante la notte che siamo completamente liberi dall’insostenibile pesantezza del nostro essere.
    è grazie alla notte che potremo avere un legame profondo con qualcuno o qualcosa.
    Perchè la notte resterà sempre tale.
    Non tarparle quelle ali.
    Ciao. 🙂

  3. Senza ali né si sogna, né si vola cara Elisa; carica sulle fragili spalle anche tutte le tue emozioni e continuerai il tuo volo.
    Ciao. sandra

  4. blinda il tuo cuore, non lasciare che il vuoto lo tarli.. Dentro il cuore c’è tutto quello che di più prezioso abbiamo..

  5. una poesia a metà tra sogni e delusioni, tra desideri e coscienza del proprio limite, della propria fragilità.
    di sfondo vi è l’amore che tutto può, tutto dà e tutto toglie.
    un bel riflettere.
    anna

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *